Taiwan schiera lo squadrone di caccia F-16V

(Chiai) Taiwan giovedì ha tenuto una cerimonia di messa in servizio del suo primo squadrone dei suoi caccia F-16 più avanzati, un aereo di fabbricazione statunitense che rafforzerà le difese dell’isola contro le minacce provenienti dalla Cina.


Il presidente Tsai Ing-wen ha supervisionato la cerimonia in una base aerea a Chiayi, a sud dell’isola, insieme a Sandra Odekirk, ambasciatrice de facto di Washington a Taiwan.

“Questo rappresenta la promessa incrollabile della partnership tra Taiwan e gli Stati Uniti”, ha detto El-Sayed.io Tsai.

“Sono convinta che sostenendo i valori democratici, ci saranno sicuramente altri paesi con valori simili che ci staranno accanto”, ha aggiunto.

L’F-16V è una versione migliorata e più avanzata di altri vecchi caccia F-16 taiwanesi, risalenti agli anni ’90.

L’isola contiene anche caccia Mirage di fabbricazione francese e un proprio aereo da guerra indigeno.

L’F-16V, un caccia multiruolo di quarta generazione, è dotato di sistemi radar più avanzati, nonché di armi, sistemi di navigazione e di guerra elettronica più avanzati.

Tuttavia, è meno avanzato dei caccia di quinta generazione come gli aerei da guerra cinesi J-20 e russi Su-57 e gli aerei da guerra F-22 e F-35 di fabbricazione statunitense.

Taiwan sta aggiornando 141 vecchi F-16 alla versione V e ha anche ordinato 66 nuovi F-16V.

“uovo su pietra”

Il dispiegamento del primo squadrone arriva in un momento di accresciuta tensione tra Pechino e Washington sul destino di Taiwan.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha risposto a una conferenza stampa, affermando che “la Cina si oppone a qualsiasi contatto ufficiale tra gli Stati Uniti e Taiwan”.

READ  737 Max: la giustizia Usa si prepara ad incriminare l'ex pilota Boeing

Ha esortato gli Stati Uniti a non inviare “cattivi segnali alle forze separatiste” che “non hanno risparmiato sforzi per dividere la madrepatria e unire le forze con le forze straniere”.

Ha detto: “Le loro azioni sono simili a lanciare un uovo su una pietra”.

Nell’ultimo decennio, la Cina ha rafforzato le sue forze armate al punto che i funzionari militari taiwanesi e statunitensi hanno espresso pubblicamente timori che potrebbe presto essere in grado di lanciare un’invasione.

Washington riconosce diplomaticamente l’autorità di Pechino su Taiwan, ma si oppone a qualsiasi tentativo di cambiare lo status di Taiwan con la forza, ed è richiesta dalla legge del Congresso per aiutare l’isola a mantenere le sue difese.

L’accordo sull’F-16V è stato approvato dall’amministrazione di Donald Trump mentre litigava con la Cina su una serie di questioni, ma il suo successore, Joe Biden, ha mantenuto un sostegno simile a Taipei.

La Cina ha criticato le vendite di equipaggiamento militare a Taiwan e in risposta ha imposto sanzioni ai giganti degli armamenti statunitensi come Boeing, Raytheon e Lockheed Martin.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *