Il colosso italiano Barella va forte negli Stati Uniti

Barilla continua a investire annualmente in Francia tra i 10 ei 15 milioni di euro. Stuart Ramson/AP

Il gruppo familiare acquista Back to Nature, un’azienda specializzata in biscotti e noci americani.

A più di centoquarantacinque anni dalla sua fondazione a Parma, Barilla Continua a conquistare il mondo. Il colosso italiano della pasta ha annunciato venerdì di aver raggiunto un accordo con l’azienda statunitense B&G Foods per l’acquisizione del marchio di prodotti da forno Back to Nature.

Fondata in California nel 1960, commercializza muesli, cracker, cracker, noci e nocciole non OGM, principalmente nei canali specializzati di prodotti naturali. Con quasi 50 milioni di dollari di fatturato (47 milioni di euro), Back to Nature è una piccola acquisizione per il colosso italiano con 3,9 miliardi di euro di fatturato. Ci permette di diversificare la nostra presenza negli Stati Uniti, come abbiamo fatto in diversi mercati. L’idea è di avere due pilastri: uno su pasta e sughi, e uno sulla pasticceria».spiega Miloud Ben Aouda, che gestisce per Barilla tutta l’Europa occidentale.

Se il gruppo italiano è famoso per il suo marchio di pasta, allora il suo ideatore, Pietro Barella…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Ti resta il 70% da scoprire.

Sviluppare la tua libertà è sviluppare la tua curiosità.

Continua a leggere il tuo articolo a € 0,99 per il primo mese

Sei già iscritto?
registrazione

READ  Istituzioni dell'Unione Europea dopo l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.