Combattere su più fronti | Rivista di Montreal

A due anni dall’inizio della pandemia, i risultati sono inesorabili. Ci vorrà un grande sforzo se vogliamo finire fuori dal bosco.

Oltre ad essere implacabile, l’osservazione è fin troppo dolorosa, all’inizio del 2022. Se ci dicessero, due anni fa, che saremmo ancora impantanati nella pandemia, nonostante tre dosi del vaccino e “innumerevoli misure” , avremmo fatto una depressione di massa.

La gente vive di speranza. Dobbiamo continuare a sperare. Ma dobbiamo anche darci i mezzi su più fronti.

La ricetta perfetta

Una copertura vaccinale e un livello di screening inadeguati rappresentano una ricetta ideale per le varianti per la replicazione e l’amplificazione. Non sono io a dirlo, ma il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Quest’ultimo, prima delle vacanze, ha insistito sul fatto che la fine dell’epidemia è una “questione di scelta”.

Vaccinazione obbligatoria

Qui discutiamo la vaccinazione obbligatoria, che un giorno raggiungeremo, secondo il ministro federale della Sanità, Jean-Yves Duclos. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, questa misura, applicata in un numero crescente di Paesi, dovrebbe essere presa in considerazione “dopo che tutte le altre cure sono state esaurite per aumentare il tasso di vaccinazione”.

Siamo d’accordo che questo è il nostro caso. È ora di stringere le viti al ribelle, che ha accesso privilegiato ai vaccini, e ancora si rifiuta di accettarlo.

Tuttavia, finché il virus si diffonderà nei paesi svantaggiati dove la popolazione non è ben protetta, continuerà a colpirci.

I paesi preferiti devono unirsi per immunizzare il pianeta. Secondo l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ciò costerebbe 50 miliardi, molto meno dei 10 trilioni che i paesi del G20 hanno speso finora per proteggere la propria economia dall’inizio della crisi.

READ  Tempesta Ida | Almeno 44 morti nell'area di New York

Per tornare alla nostra vita normale, dobbiamo passare alla quarta marcia.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *