La Russia si impegna a “bruciare” i carri armati occidentali consegnati all’Ucraina

Lunedì il Cremlino ha promesso di “bruciare” i carri armati che gli occidentali, tra cui Londra e Varsavia, intendono consegnare all’Ucraina.

“Questi carri armati stanno bruciando e bruceranno”, ha detto Dmitry Peskov, portavoce della presidenza russa, nella sua teleconferenza quotidiana alla stampa.

Il funzionario ha detto ancora una volta che l’Occidente sta usando l’Ucraina per “raggiungere obiettivi anti-russi” e che il Cremlino rimane determinato a raggiungere “obiettivi di operazioni militari speciali”, un eufemismo delle autorità russe per descrivere l’attacco al loro vicino. .

Spinte e rafforzate da maggiori aiuti militari e finanziari, le forze ucraine hanno respinto l’esercito russo infliggendogli battute d’arresto fatali la scorsa primavera e autunno.

Ma Kiev afferma di aver bisogno di carri armati pesanti, armature leggere, sistemi missilistici a lungo raggio e difese antiaeree per sconfiggere l’esercito russo una volta per tutte e riconquistare tutti i territori occupati da Mosca nell’est e nel sud dell’Ucraina.

Londra ha annunciato sabato la consegna di veicoli corazzati Challenger 2 da parte di Kiev, che sarà la prima consegna di carri armati pesanti di fabbricazione occidentale all’Ucraina.

READ  "Resta in Messico" | La Corte Suprema afferma che la politica sull'immigrazione deve presentare ricorso

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.