La prima occasione di Biden per celebrare il sistema giudiziario

(Washington) Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden avrà presto l’opportunità di lasciare una prima impronta nel sistema giudiziario statunitense dato che circa il 10% delle posizioni federali sono vacanti o lo saranno presto.


Mark Sherman
Associated Press

Il signor Biden gode di due seggi nelle influenti posizioni della Corte d’Appello nella capitale della nazione, spesso una sala d’attesa che conduce alla Corte Suprema.

Tuttavia, a meno che il numero dei giudici non venga aumentato, il che sembra improbabile, non sarà in grado di ribaltare la maggioranza conservatrice della Corte Suprema in tempi brevi. Il giudice conservatore più anziano, Clarence Thomas, ha 72 anni. Per quanto riguarda i tre giudici nominati dall’ex presidente Donald Trump, tutti relativamente giovani, possono sperare di servire per molti anni.

Il sistema giudiziario non è stato tradizionalmente una priorità per i democratici, ma i disordini provocati da Donald Trump potrebbero aver cambiato la loro prospettiva. Questi appuntamenti sono anche gli unici passi concreti che Biden potrebbe compiere ora.

Il signor Biden può contenere circa 90 posti a sedere. Questi giudici sono nominati a vita una volta che il Senato conferma la loro nomina.

Ci sono 10 seggi vacanti nelle corti d’appello federali. Merrick Garland è attualmente uno di loro e dovrebbe essere nominato Procuratore generale nei prossimi giorni. Un altro giudice di lunga data, David Tatel, ha affermato di voler ridurre il suo carico di lavoro, il che consentirebbe al presidente di nominare il suo successore.

Foto di Drew Angerer, Reuters Archives

La nomina di Merrick Garland a procuratore generale degli Stati Uniti dovrebbe essere confermata presto.

Il giudice capo John Roberts così come i giudici Brett Kavanaugh e Thomas hanno lavorato in una corte d’appello federale prima di essere nominati alla più alta corte degli Stati Uniti.

READ  Un ghiacciaio himalayano si squarcia: almeno sette morti e cento dispersi

Durante il suo mandato, Trump non ha solo nominato tre giudici alla Corte Suprema. Ha anche scelto 54 per la Corte d’appello e 174 per il Tribunale di primo grado. La determinazione del leader della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell, lo ha aiutato con forza in queste posizioni.

I democratici ei loro alleati progressisti affermano di aver imparato la lezione e intendono prestare maggiore attenzione alle nomine giudiziarie.

Siamo in una posizione eccezionale. Il presidente ei suoi consiglieri considerano questa una priorità assoluta. Il presidente Biden sa che parte della sua eredità è riparare il più possibile il danno fatto da Trump.

Ross Fingold, ex senatore democratico

I gruppi liberali dicono di essere incoraggiati dai segnali della Casa Bianca. L’avvocato Dana Remus ha avvertito i senatori a dicembre che le raccomandazioni dei nuovi giudici dovrebbero essere presentate entro 45 giorni dal posto vacante.

Biden si è già impegnato a nominare una donna di colore alla Corte Suprema in caso di apertura di un seggio. Il giudice Stephen Breyer, 82 anni, è il membro più anziano del tribunale e può andare in pensione, ma non ha annunciato alcun piano.

Foto di Jonathan Ernst, Archivi Reuters

Decano della Corte Suprema degli Stati Uniti Stephen Breyer

I democratici cercano un sistema giudiziario più diversificato. Più di tre dei quattro giudici nominati dal signor Trump erano uomini. La percentuale di giudici bianchi è stata dell’85%.

I gruppi liberali vogliono anche che si tenga conto dell’esperienza dei difensori pubblici quando arriva il momento di valutare la candidatura.

“La nostra opinione è che vorremmo vederli dare la priorità alla diversità delle esperienze lavorative, a differenza delle due precedenti amministrazioni democratiche”, ha detto Nan Aaron, presidente del gruppo, Alliance for Justice.

READ  Trump bandito da Twitter? "Non ci manca"

Nuovi lavori

I democratici stanno anche progettando di creare nuove posizioni nel sistema giudiziario, per la prima volta in 30 anni. L’idea gestirebbe l’aumento dei casi in alcune parti del Paese e potrebbe raccogliere il sostegno bipartisan.

Il senatore repubblicano dell’Idaho Mike Crabbo ha recentemente scritto sulla necessità di nominare un altro giudice federale nel suo stato. Un rappresentante del Partito Repubblicano della California, Daryl Issa, sostiene l’aggiunta di giudici in California e in altri stati.

“C’è un ampio accordo qui da entrambe le parti”, ha detto Issa il mese scorso in una sessione della sottocommissione giudiziaria della Camera dei rappresentanti.

Ma alcuni repubblicani e gruppi conservatori sono preoccupati per ciò che i Democratici potrebbero tentare ora perché controllano il Congresso e la Casa Bianca. ” [Si les démocrates prétextent] “Il sistema giudiziario è un po ‘fuori portata per la creazione e il riempimento di organi giudiziari per motivi di pregiudizio giudiziario, e non sono d’accordo con questo”, afferma John Malcolm della Heritage Foundation.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *