Italia. Un’organizzazione non governativa accusata di aver pagato per salvare i migranti

La giustizia italiana è indagata presso Mediterranea Saving Humans, una ONG accusata di aver ricevuto denaro dal colosso danese AP Moeller-Maersk per trasportare migranti bloccati a bordo di una delle sue navi da carico. L’organizzazione nega.

Lunedì 1 marzo, la giustizia italiana ha avviato un’indagine Mediterranea salva le persone, Un’organizzazione non governativa accusata di aver ricevuto denaro dal colosso navale danese AP Moeller-Maersk dopo aver ricevuto migranti bloccati a bordo di una delle sue navi da carico.

Secondo la procura, Maersk avrebbe dovuto pagare 125mila euro a Idra, la società che sovrintende a Mediterranea, dopo che la Ong il 27 settembre si è ripresa direttamente da un immigrato che ha trascorso più di un mese su una delle navi cargo del trasportatore danese.

Questo lunedì, 1 marzo Sulla sua pagina Facebook, Il targeting di Meditrania è stato confermato dal Prof. “Una massiccia operazione di polizia ordinata da un pubblico ministero della Procura generale di Ragusa (Sicilia), condannando “Crociata personale Questo querelante contro le organizzazioni non governative.

Sostiene di essere accusata “.Per aver organizzato le loro operazioni di soccorso come progetti a scopo di lucro, mentre Sottolineando che queste accuse ” Sulla base di speculazioni si scioglierà come neve al sole “.

“La Procura ha coordinato i sopralluoghi di decine e decine di agenti in tutta Italia, nelle case e nelle sedi ea bordo della Mari Junio. Le accuse sono severe, ma in realtà mirano a colpire la pratica di soccorso di civili in mare che è stata promossa. . Dal Mediterraneo. Dal 2018 Deplorare In un comunicato stampa.

La vicenda in questione riguarda il salvataggio dei 27 intoccabili Maersk Etienne abbandonati per 38 giorni in mezzo al mare tra Malta e Lampedusa, sulla nave portacontainer che li ha soccorsi. Definisce la ONG.

READ  PAF de Menton: Il Consiglio di Stato controlla lo stato di salute degli edifici prefabbricati che ospitano migranti al confine franco-italiano

L’Associated Press, Moeller-Maersk, ha dichiarato in una dichiarazione “Non è stato contattato dalle autorità in merito a questa indagineMentre dicevoDisponibile a fornire assistenza in qualsiasi momento..

Si sospetta che il capitano del Mediterraneo, il capo della sua missione e l’armatore della nave siano stati coinvolti in un’associazione a delinquere con l’obiettivo di promuovere l’immigrazione illegale e la violazione del diritto marittimo, Repubblica dello Sloan.

A settembre l’intervento della Mediterania ha risolto il problema posto dalla presenza di migranti soccorsi dalla nave cargo Maersk Etienne e bloccati a bordo a causa del rifiuto di Malta e dell’Italia di accoglierli.

I migranti sono stati infine trasferiti al Mare Jonio de Mediterranea, e un mese dopo Maersk ha pagato la cifra a Mediterranea, Sempre secondo La Repubblica.

Secondo il capo della missione Ong Luca Casarini, citato dal quotidiano, questi soldi non c’entrano.Con attività di soccorso agli immigrati. Possiamo provarlo. “. Conferma che “Questo importo equivale a un pagamento per una missione di consulenza nella gestione portuale “.

Le ONG di aiuto ai migranti che operano tra Libia, Malta e Italia sono spesso criticate nella penisola, alcune addirittura le accusano di collusione con i trafficanti di migranti.

Ma finora, le prove raccolte in vari casi non hanno portato a un processo. Tuttavia, diverse navi di soccorso noleggiate da ONG sono state fermate dalla Guardia Costiera italiana per motivi di sicurezza.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *