Il Canada ritira il personale “non essenziale” dalla sua ambasciata in Ucraina

Ottawa domenica ha annunciato il ritorno del personale “non essenziale” dalla sua ambasciata in Ucraina, a causa delle tensioni con la Russia.

• Leggi anche: L’Ucraina chiede agli occidentali di essere “severi” con la Russia

• Leggi anche: La Gran Bretagna si offre di schierare “grandi” forze NATO in Europa

• Leggi anche: Il conflitto in Ucraina “non è inevitabile” secondo gli Stati Uniti

“Il Canada ha preso la decisione di ritirare i dipendenti canadesi non essenziali e le persone a carico temporaneo dall’ambasciata canadese in Ucraina”, ha affermato domenica Global Affairs Canada in una dichiarazione.

Martedì il governo federale aveva già annunciato il rimpatrio delle famiglie dei dipendenti di stanza a Kiev.

“Mentre continuiamo a monitorare da vicino la situazione, la sicurezza dei canadesi rimane la nostra massima priorità. Il dipartimento ha sottolineato che i nostri funzionari sono pronti a fornire assistenza consolare ai cittadini canadesi, se necessario.

Nonostante ciò, l’ambasciata rimane aperta e continuerà a fornire servizi ai canadesi in Ucraina.

Come annunciato all’inizio di questa settimana, il Canada rafforzerà la squadra presso l’ambasciata canadese a Kiev, in Ucraina, con funzionari esperti in settori quali la riforma del settore della sicurezza, i conflitti, la riforma democratica e i servizi consolari e diplomatici. Insieme, aumenteranno la nostra capacità diplomatica e ci permetteranno di continuare a valutare gli sviluppi della situazione e di rispondere ad essi con il sostegno all’Ucraina.

Mercoledì scorso, il governo di Trudeau ha annunciato l’ampliamento della missione di addestramento militare ucraino guidata dalle Forze armate canadesi dal 2015. Inoltre, altri 60 soldati si uniranno ai 200 addestratori già schierati nel Paese, mentre l’unità può essere aumentata a 400 soldati.

READ  La presidenza in Francia: si intensifica la battaglia tra Macron e Le Pen

Il primo ministro Justin Trudeau ha anche annunciato una spedizione di materiale non letale, dicendo di essere “profondamente preoccupato” per una possibile invasione russa dell’Ucraina.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.