Davanti al Congresso americano Michael Chung chiede la formazione di un fronte unito contro la Cina Relazioni Canada-Cina

Davanti al Congresso americano Michael Chung chiede la formazione di un fronte unito contro la Cina  Relazioni Canada-Cina

Nella sua testimonianza davanti a una commissione del Congresso statunitense sulla sua esperienza come presunto obiettivo dell’ingerenza straniera cinese, il deputato conservatore Michael Chung ha sottolineato l’importanza di una stretta cooperazione tra Stati Uniti e Canada per presentare un fronte unito contro la Cina.

Le interferenze straniere rappresentano un serio problema di sicurezza nazionale per il Canada […] Per combatterlo sono necessarie una serie di misure, inclusa una stretta cooperazione tra le democrazie alleate.

Questa cooperazione, ha affermato, richiede un maggiore scambio di informazioni, la condivisione dei migliori modelli e pratiche riguardanti la potenziale repressione delle attività criminali e la creazione di modelli legislativi efficaci.

Il Canada, in particolare, potrebbe trarre ispirazione dai registri degli agenti stranieri negli Stati Uniti, in Australia e nel Regno Unito, ha affermato.

Il deputato di Wellington-Halton Hills ha condiviso la sua esperienza personale, ma ha anche parlato delle migliaia di altri canadesi di origine cinese che, secondo lui, stanno subendo varie forme di intimidazione da parte della Cina.

Ha citato diverse tattiche presumibilmente utilizzate dal Partito comunista cinese, tra cui costringere gli studenti di origine cinese ad attaccare gli attivisti tibetani o uiguri, minoranze prese di mira dalle autorità cinesi.

La mia esperienza riguarda solo un caso di interferenza di Pechino in Canada; Molti altri casi non vengono denunciati o passano inosservati e le vittime soffrono in silenzio.

Il signor Zhong è stato chiamato a testimoniare davanti al Comitato esecutivo del Congresso sulla Cina dopo che i membri del comitato hanno letto i rapporti secondo cui la sua famiglia era stata oggetto di intimidazioni da parte di Pechino.

READ  "Macchina da guerra" russa. Le sanzioni statunitensi prenderanno di mira più di 500 entità

Questo comitato bipartisan è composto da senatori, membri della Camera e funzionari amministrativi degli Stati Uniti.

Lo scopo dell’udienza a cui ha partecipato Chung era quello di evidenziare l’uso della repressione transnazionale da parte di Pechino.

Altri testimoni previsti includono Yana Gorokhovskaya del think tank pro-democrazia Freedom House, Laura Harth, direttrice della campagna del gruppo Human Rights Defenders, e l’attivista uigura Rushan Abbas.

In una dichiarazione, il comitato ha accusato la Cina Un tentativo sistematico di riscrivere gli standard globali e usare di tutto, dalle deportazioni forzate e la sorveglianza alle molestie online e agli attacchi di strada per intimidire dissidenti e prigionieri politici.

Con informazioni dalla stampa canadese

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *