Come Susan Prideaux è diventata la prima persona ad apparire in TV

Ogni fine settimana, Florian Ghazan saluta i pionieri, quelli che sono stati i primi per sempre.

Parleremo della nostra sorellina, la TV, perché è nata dopo la radio. La radio è arrivata in Francia all’inizio del Novecento, grazie in particolare a Gustave Eiffel. Per evitare di distruggere la sua torre dopo l’Esposizione Universale, perché sì, la Torre Eiffel doveva essere distrutta, propone di fungere da antenna radio.

La TV, quindi, arriva dopo, nello specifico 14 aprile 1931. Siamo nella periferia sud di Parigi, a Malakoff. Lì, alcuni scienziati e giornalisti sono seduti davanti a un ricevitore di vetro che misura 30 x 40 cm. Alla sua sinistra c’è un ingegnere: René Barthelemy. lui quello Società di misurazione Montrouge, una società specializzata, come suggerisce il nome, in contatori di gas ed elettricità, ha chiesto lo sviluppo di un’operazione televisiva.

Infatti il ​​presidente di questa società, dopo aver assistito alla prima manifestazione pubblica a Parigi degli scozzesi John Logie Baird, convinto che la TV sia affari futuri.

Il pubblico è stupito di ciò che vede

Pertanto, ha impiegato Barthelemy per ispirare e perfezionare il lavoro di Bird, in particolare per risolvere il problema della sincronizzazione del suono e dell’immagine. Quindi tutto era pronto il 14 aprile 1931 a Malakov.

A due chilometri di distanza, a Montrouge, è stato allestito un piccolo studio di trasmissione. Devant la caméra, une femme se poudre, elle charge le maquillage à mort, condition sine qua non pour que l’image diffusée soit la plus nette possible : du blanc sur son visage, du bleu sur ses paupières et du noir sur ses yeux et bocca. Seduto davanti alla telecameraAccendi una sigaretta.

READ  'Beautiful Baby', la commedia umana di Jim, girata a Herault

Dall’altro lato, Rene Barthelemy Accendi lo schermo di vetro. E lì, tra lo stupore degli invitati, una foto in bianco e nero a bassa risoluzione appare leggermente rossastra: si scorge il volto di questa donna. E sentiamo la sua voce. il suo nome : Susan Prideaux, È la segretaria di Barthelemy. Tra due episodi annunciano agli ospiti, façon . speakerOra guarderanno un film muto Ragazza spagnola con uno spaventapasseri. Il pubblico è chiaramente stordito da ciò che vede.

Il 26 aprile 1935 fu trasmessa la prima trasmissione televisiva ufficiale

L’esperienza arriva alle orecchie George MandelMinistro delle poste, del telegrafo e del telefono. Fece subito allestire un vero studio televisivo al Ministero in rue du Grenelle dove installò René Bartelli. Ciò migliorerà il suo funzionamento. E così 4 anni dopo, il 26 aprile 1935, andò in onda il primo programma televisivo ufficiale.

I pochi francesi che hanno accesso a lui scoprono un’altra donna, Beatrice Peretti La famosa attrice dell’epoca, che tiene una conferenza in occasione di un viaggio in Italia nella Comédie Française di cui fa parte. Perché lei? Senza dubbio era la compagna di George Mandel. Ma nonostante tutto, è Suzanne Prideaux che rimarrà per sempre la prima persona ad apparire nella televisione francese.

La redazione ti consiglia

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *