Chiariello risponde a Gattuso: “Le cazzate ** e lui le fa in campo!”

Nel corso di ‘Campania Sport’ su Canale 21, il giornalista Umberto Chiariello Udinese-Napoli ha commentato nel suo solito editoriale: “Ho detto dopo la prestazione con lo Spezia che, se non ci fosse la Supercoppa 20, dovremmo pensare a un possibile cambio di allenatore. Ho anche detto che a Udine avremmo vinto, perché il Napoli ondivago ha una prestazione migliore fuori casa, fuori casa può infatti sfruttare al meglio le proprie qualità in campo aperto. Ma dopo l’Udinese ripeto che questa squadra non sta lavorando. Gattuso ha detto che i giocatori si specchiano troppo ed è meglio essere come Calimero. Ma il carattere di Carosello è negativo e alla fine finisce la lavatrice, tanto che il tecnico del Napoli finisce lì. Gattuso a Udine si è concesso il merito con la fortuna, la vittoria nasconde molta polvere. L’allenatore, invece di ammettere i problemi, se la prende con il Napoli dicendo che dicono cazzate, ma invece è lui che le fa in campo. Possiamo solo dargli la scusa di non essere molto chiaro sulla sua situazione di salute. I difensori di Gattuso dicono che l’allenatore non ha difetti e che la rosa non è così forte. Ma se Rrahmani il tecnico lo tiene in naftalina e lo lancia in campo contro la velocissima Lasagna, in questo modo lo uccide e ora recuperarlo è un’impresa titanica. A inizio stagione abbiamo messo il Napoli nei primi tre, ma ora per difenderlo dicono che abbiamo sbagliato. Con il suo linguaggio popolare Gattuso deve ricordare che ora allena il Napoli e dovrebbe avere un certo stile. Piuttosto prendersela con chi ti critica, critica te stesso e cambia qualcosa, perché questa squadra ancora non ha una quadratura!

READ  Coronavirus, Merkel: "I contagi crescono troppo. Preoccupante". Inghilterra, zone rosse anche dopo la fine del blocco. Il principe di Svezia e sua moglie vengono infettati

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *