L’Italia vieta il “Puppy Yoga” per il benessere dei cuccioli

L’Italia vieta il “Puppy Yoga” per il benessere dei cuccioli

In Italia il “Puppy Yoga” è finito! Questa nuova tendenza di fare yoga con i cuccioli intorno a te è stata vietata dal governo italiano.

Come rivelato in un articolo della BBC, questo divieto mira a proteggere la salute degli animali e la sicurezza dei partecipanti.

“Un’esperienza fisicamente e mentalmente stressante”

Per esperti e associazioni il Puppy Yoga è una “esperienza fisicamente e mentalmente stressante” per gli animali.

Vedi anche:

Il Ministero della Salute ritiene che “gli interventi assistiti sugli animali non possono essere effettuati sui cuccioli ma solo sugli adulti, condizione necessaria per tutelarne la salute e il benessere”.

Una decisione considerata una vera e propria “vittoria” per l’associazione animalista italiana LNDC Protezione Animali che in passato aveva presentato una denuncia alla giustizia milanese per sospetto maltrattamento di animali.

“Invitiamo tutti i cittadini a denunciare alle forze dell’ordine e alle Asl queste attività che sfruttano e maltrattano gli animali per puro interesse economico”, grida.

D’ora in poi le Regioni italiane potranno effettuare controlli per verificare se la normativa viene rispettata.

READ  La Scala di Milano spruzzata di vernice da attivisti ambientalisti

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *