Perché l’italiano Garbisi ha dovuto ripetere il calcio di rigore nella vittoria contro la Francia?

Perché l’italiano Garbisi ha dovuto ripetere il calcio di rigore nella vittoria contro la Francia?
L’attaccante italiano dell’RCT Paolo Garbisi.
Denis Charlet/AFP

Se il marcatore del Tolone avesse visto il suo tiro colpire il palo, l’arbitro franco-italiano avrebbe dovuto applicare il regolamento e restituirglielo. Spiegazioni.

Gli italiani sporgeranno denuncia? Difficile che sia questa nella mentalità di Gonzalo Quesada, il nuovo allenatore dell’Azzurra. Ma in una conferenza stampa, l’ex allenatore dello Stade Français Paris ha espresso il suo disappunto per la menzione di questa partita.Lo staff si è lamentato del fatto che i giocatori francesi abbiano attaccato il nostro attaccante. Era una penalità e non avevano il diritto di farlo. Non protesterò ulteriormente, ma è un po’ deludente sapere che non potremmo sfruttare questa penalità in circostanze normali, con l’avversario che rispetta la regola dei 10 metri…» Tuttavia avrà diritto di farlo. Le immagini parlano chiaro, visto che diversi giocatori francesi hanno violato il regolamento nel tentativo di Paolo Garbisi.

Si gioca il recupero quando il signor Ridley concede un calcio di rigore per un pallone tenuto a terra dai francesi. 35 metri leggermente a sinistra dei pali. Ma Garbisi piazza erroneamente la palla sul tee, è costretto a rimetterla a posto e a lanciare il tiro prima dello scadere del minuto concesso. Ondata di panico per la palla che colpisce il palo destro. Ha salvato la Francia da una grave sconfitta casalinga contro l’Italia nel Campionato delle Sei Nazioni.

Non c’è niente da dire su questo pasticcio. Il problema è che i giocatori francesi hanno tenuto un comportamento proibito durante questo tentativo. Il primo è stato François Cros, che si è precipitato verso l’attaccante italiano quando la palla è caduta. L’arbitro inglese lo ferma subito, ricordandogli che non aveva diritto di intervenire perché si trattava di calcio di rigore e non di trasferimento.

READ  Ancelotti vuole restare al Real Madrid fino al 2024

Quando Paolo Garbisi si precipita a colpire con urgenza, vediamo chiaramente, questa volta, Sebastian Taofifinoa che alza le braccia, poi fa qualche passo avanti finché Kroos non gli ordina di fermarsi.

In caso di infrazione, se il tiro fallisce, alla squadra che non ha commesso l’infrazione verrà assegnato un nuovo calcio di rigore

Articolo 8.27 del Regolamento Mondiale di Rugby

Cosa dice il regolamento? La legge 8.22 afferma che quando si tenta di imporre una penalità, “I giocatori avversari devono rimanere fermi con le mani sul corpo tra l’inizio del rovescio e il calcio del palloneQuesto non è stato il caso per la colonna LOU. In caso di violazione di questa prima legge, l’articolo 8.27 afferma che “.Se il tiro fallisce, alla squadra che non ha commesso l’infrazione verrà assegnato un nuovo calcio di rigore, a 10 metri dal punto iniziale“.

Christophe Ridley avrebbe quindi dovuto restituire il calcio di rigore al mediano d’apertura italiano, dieci metri più vicino ai pali. Anche l’ex arbitro internazionale gallese Nigel Owens ha confermato a Channel X.Un calcio di rigore può essere assegnato solo dopo che il segnapunti ha toccato la palla.» E questa volta è molto probabile che Algarbisi non si sarebbe lasciato sfuggire l’occasione di regalare un successo storico alla sua squadra.

Garbesi ha giocato molto bene nel post partita. “Hai avuto fastidio per i giocatori francesi che si sono mossi? No, non mi ha dato fastidio. L’unica cosa che dovevo fare era riportare la palla sul tee il più velocemente possibile. Non avevo nemmeno visto che erano arrivati ​​i giocatori francesi…“Alta classe.

READ  Nel 2022, a Larmor-Plage, 78.728 € saranno devoluti alle associazioni - Larmor-Plage

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >


Guarda anche – Lo splendido gol su tiro dalla distanza di Granit Xhaka per il Leverkusen contro il Magonza del 23 febbraio (2-1)

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/dugout/index.js” >

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *