X, ex Twitter, è nel mirino del governo americano

X, ex Twitter, è nel mirino del governo americano

Il governo americano teme che il social network

• Leggi anche: Meta Interruzione: PQ lancia una freccia contro QS e PLQ

Il Dipartimento di Giustizia ha chiesto al giudice di respingere il tentativo della società di eludere gli impegni assunti nel maggio 2022, secondo un documento depositato lunedì sera in un tribunale di San Francisco.

La piattaforma ha poi accettato di pagare una multa di 150 milioni di dollari e di sottoporsi a controlli regolari per verificarne la conformità alle regole imposte dall’agenzia statunitense per la concorrenza (FTC).

Lo scorso luglio, X ha chiesto ai tribunali di rescindere o modificare questo accordo.

“X ora cerca di eliminare questo accordo e limitare il controllo delle sue pratiche relative ai dati. Questa richiesta è infondata e dovrebbe essere respinta”, hanno detto lunedì gli avvocati del dipartimento in un documento.

Dopo l’acquisizione di Twitter nell’ottobre 2022, Elon Musk ha rapidamente licenziato più della metà dei dipendenti del gruppo in California, compresi diversi dirigenti senior che hanno familiarità con queste normative.

La Federal Trade Commission ha poi avvertito il social network che avrebbe rischiato sanzioni ingenti se non avesse aderito all’accordo. Un portavoce dell’agenzia federale ha dichiarato: “Nessun direttore generale o azienda è al di sopra della legge”.

Gli avvocati del dipartimento discutono dei grandi sconvolgimenti all’interno dell’azienda, dalle dimissioni al caotico lancio di nuove funzionalità.

“La FTC ha tutte le ragioni per cercare di determinare se questi eventi indicano un mancato rispetto dei propri obblighi da parte di X”, affermano.

Chiedono inoltre alla corte di respingere la richiesta del miliardario di non testimoniare.

READ  Attacco al treno di Tokyo: 17 feriti, arrestato sospetto

“X non ha diritto a un ordine cautelare che sospenda le dichiarazioni di Musk. Contrariamente a quanto affermato da X, Musk ha una conoscenza unica e diretta dello stato attuale e della direzione delle pratiche relative ai dati dell’azienda e dei suoi sforzi per conformarsi all’ordine amministrativo del 2022.”

L’accordo del 2022 è stato raggiunto dopo che la Federal Trade Commission ha accusato Twitter di aver ingannato i suoi utenti dal 2013 al 2019 nascondendo che stava utilizzando i loro dati personali per aiutare gli inserzionisti a inviare loro annunci mirati.

Prevede specificamente l’istituzione di un “programma completo di sicurezza delle informazioni”, la valutazione iniziale di qualsiasi nuovo prodotto o servizio che richieda la raccolta di dati personali e audit indipendenti.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *