Una valigia contenente 185 tartarughe scoperte all’aeroporto delle Galapagos

Il ministero dell’Ambiente ecuadoriano ha detto domenica che i rappresentanti dell’aeroporto e del Parco Nazionale delle Galapagos hanno scoperto in una valigia circa 185 campioni di tartarughe, dieci dei quali morte, che dovevano essere trasportati dall’arcipelago alla terraferma.

“All’aeroporto di Beletra, 185 tartarughe sono state avvistate mentre si schiudevano in una borsa che veniva trasportata nell’Ecuador continentale”, ha detto il ministero su Twitter.

Le isole Galapagos si trovano a 1.000 chilometri al largo della costa ecuadoriana e presentano flora e fauna uniche.

Il ministero ha detto che questa scoperta è avvenuta “durante un’ispezione di routine” tra l’aeroporto delle Galapagos e la Papua Nuova Guinea e che polizia e pubblici ministeri “stanno intervenendo”, senza fornire ulteriori dettagli.

“L’età delle tartarughe non supera i tre mesi e il loro guscio è molto piccolo”, ha detto in una nota l’aeroporto delle Galapagos, il che rende difficile localizzare queste tartarughe nella loro posizione originale, poiché ogni specie differisce a seconda della sua isola originale. .

Sono stati avvolti in sacchetti di plastica e dieci di loro non sono sopravvissuti, secondo la dichiarazione.

Il ministro dell’Ambiente Marcelo Mata ha condannato nel suo tweet “questi crimini contro gli animali e il patrimonio naturale degli ecuadoriani” e si è detto convinto che questi fatti “saranno puniti con tutto il rigore previsto dalle normative applicabili”.

Il commercio illegale di fauna selvatica è un reato punibile dalla legge ecuadoriana con la reclusione da uno a tre anni.

L’arcipelago, che servì come laboratorio naturale per lo scienziato inglese Charles Darwin per la sua teoria dell’evoluzione delle specie, prende il nome dalle tartarughe giganti che vi abitano.

READ  Trattamento degli uiguri | Le sanzioni di Pechino contro il Canada sono "inaccettabili", il giudice Trudeau

Le tartarughe giganti sono arrivate da tre a quattro milioni di anni fa in questa regione vulcanica dell’Oceano Pacifico.

Gli scienziati ritengono che le correnti oceaniche abbiano disperso le tartarughe sulle isole, dando luogo a 15 specie diverse – tre delle quali sono ora ufficialmente estinte – ognuna delle quali si è adattata alle loro terre.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *