Vittorioso, Simon Yates rilancia la battaglia per la maglia rosa

(Sportcom) – La fortezza di Inos Grenadier ha tremato, ma non è crollata nella diciannovesima tappa del Tour de Italia vinto dal britannico Simone Yates (cambio bici), giovedì, in cima all’Alp de Mera. .

Il terzo della giornata, la maglia rosa di Igan Bernal (INEOS-Grenadiers, + 28s) ha frenato i danni, tranne che, sebbene fosse ben supportato dai suoi compagni di squadra nella sua recente salita, il colombiano sembrava meno potente della scorsa prenderà vita. Ambizioni del suo più vicino concorrente per la tappa del sabato.

Yates, terzo in classifica generale all’inizio della tappa a 3 minuti e 23 secondi da Bernal, mantiene la sua posizione in classifica con un distacco ora di 2:49. Damiano Caruso (Bahrain – Victorious) resta al secondo posto (+2: 29) e cede otto secondi a Bernal al termine di questi 166 chilometri tra Apiategrasso e Valsesia.

Antoine Duchesen (Groupama-FDJ) ha raggiunto l’85 ° posto in un gruppo di una trentina di concorrenti. Il Quebec è classificato 119 in generale, a poco più di 4 ore dalla vetta.

Film di corse

Dall’inizio dell’ultima salita, il team Deceuninck-Quick Step aveva stabilito il ritmo che ha permesso ai principali contendenti di unirsi agli ultimi sopravvissuti alla sosta due chilometri dopo. Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step) ha effettuato il primo attacco da gol a 6,8 km dalla serie di vittorie consecutive. Bernal ei suoi tre colleghi hanno ridotto il divario prima che anche Yeats fuggisse.

La maglia rosa non ha risposto a questo attacco e in meno di un chilometro Yates ha allargato il distacco di una ventina di secondi. Come ha fatto all’inizio di questa settimana, Daniel Martinez ha sostenuto Egan Bernal di due chilometri e mezzo. Almeida vincerà la maglia rosa a due chilometri di distanza, mentre Yeats, vincitore della gara di Spagna 2018, è in lizza per la tappa della vittoria, la sua quarta carriera nella corsa ciclistica italiana.

READ  Le cinque spiagge più belle della Costa Azzurra

Con altre due tappe, Groupama-FDJ avrebbe molto da fare sabato se dovesse lasciare quella 104esima gara con una vittoria programmata. I 164 chilometri che separano Verbania e Valle Spluga-Alp Mota includeranno tre passi di classe A, compreso l’accesso alla vetta.

Episodi di Mayenne

Sempre venerdì Groupama-FDJ è stato più felice nella seconda tappa del Loops of Mayenne mentre il primo classificato Arnaud Démare ha battuto Niccolo Bonifazio (Total Direct Energie). L’unico giocatore iscritto in Quebec, Pier-André Côté (gara ciclistica), è stato il 48 ° a tagliare il traguardo contemporaneamente al campione francese.

Demir è secondo nella classifica provvisoria, con 12 secondi di vantaggio sul tedesco Philippe Walsleben (Alpsin-Phoenix), mentre Cotet di Saint-Henri de Levis è 29 ° (+32 secondi).

Un’altra tappa appositamente progettata per i corridori del gruppo attende sabato a una distanza di 182 chilometri tra Saint-Bertevin e Craon.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.