Un ampio studio ha scoperto che gli additivi alimentari aumentano il rischio di malattie cardiovascolari

Un ampio studio ha scoperto che gli additivi alimentari aumentano il rischio di malattie cardiovascolari

E339, E460, E472… Tutti questi additivi emulsionanti, a volte chiamati stabilizzanti, che vengono aggiunti all’elenco degli ingredienti sulle etichette degli alimenti, vengono spesso individuati a causa dei loro effetti dannosi sulla salute. Un nuovo studio condotto da ricercatori francesi ne conferma la pericolosità. I risultati di questo ampio studio, pubblicati in Giornale medico britannicoSuggerisce un’associazione tra l’assunzione alimentare di additivi emulsionanti e un aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

Dopo aver seguito quasi 100.000 adulti francesi per una media di 7 anni, gli scienziati hanno scoperto che un maggiore apporto di cellulosa totale (l’additivo alimentare corrispondente ai codici da E460 a E468) era associato a un rischio più elevato di malattie cardiovascolari. Questa associazione è più pronunciata con E460 (cellulosa microcristallina, cellulosa in polvere) ed E466 (carbossimetilcellulosa).

Preoccupano anche gli additivi E472b, E471, E472, E472c ed E339. “Tra questi emulsionanti, l’estere lattico del monogliceride e del digliceride dell’acido grasso (E472b) è stato associato a un rischio più elevato di malattie cardiovascolari e cerebrovascolari”, ha scritto Inserm in un comunicato stampa.

Torte, gelati, panna montata…

Tuttavia, troviamo l’E472b in “molte categorie di alimenti”, alcuni dei quali vengono consumati dai bambini, osserva Presidente UFC-Q. Questo emulsionante è presente, ad esempio, nella lista degli ingredienti della panna montata Bridélice e nelle torte Napolitain de Lu, come indicato BFMTV. Alcuni degli additivi indicati compaiono anche nella formulazione del gelato Pépito o di alcuni tipi di gelato della Côte d’Or, secondo le liste degli ingredienti disponibili sui siti Monoprix.

Gli emulsionanti sono tra gli additivi più utilizzati negli alimenti industriali. La loro sicurezza viene quindi regolarmente valutata sulla base delle prove scientifiche disponibili in ogni momento. Tuttavia, “altre ricerche recenti suggeriscono che gli emulsionanti possono distruggere il microbiota intestinale e aumentare il rischio di infiammazione, portando ad una maggiore probabilità di eventi cardiovascolari”, contestualizza lo studio.

READ  Cité Nature celebra la scienza domenica

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *