Ti farà piangere uno dei film francesi più emozionanti proiettati nelle sale: Actus Ciné

A 34 anni dalla sua uscita nelle sale, L’Ours torna nelle sale cinematografiche per commuoverci e stupirci!

Il 19 ottobre 1988, The Bear uscì nelle sale cinematografiche. Diretto da Jean-Jacques Anode, il film ha ricevuto un’accoglienza trionfante. 9,1 milioni di persone si recano al cinema per vederlo e ricevere due spettacoli César: Miglior regia e Miglior montaggio di Noëlle Boisson.

34 anni dopo, il 26 ottobre 2022, The Bear è tornato al cinema con una versione 4K restaurata grazie a Tamasa Distribution. Un’opportunità per presentare alle giovani generazioni questo film toccante che ha fatto piangere milioni di spettatori.

La storia segue un cucciolo di orso di nome Youk. Quest’ultimo ha giorni felici con la madre, ma il sasso che scende da una parete rocciosa lo rende orfano. Sconvolto, Youk vaga per le terre selvagge in cerca di sollievo.

Si ritiene che l’abbia trovato con Kodiak Kaar, un orso adulto. Questo inizia con il respingere la sua giovane controparte, prima di accettare di prenderlo sotto la sua protezione. Presto Kodiak Kaar e Youk divennero buoni amici.

Nel 1981, Jean-Jacques Anode ha espresso il suo desiderio di fare un film popolare e per famiglie. Poi lo sceneggiatore Gerard Brach ha consigliato Le Grizzly di James Oliver Corwood. L’idea è molto apprezzata dal regista e Brach sta lavorando per adattare il libro in una sceneggiatura.

Nel dicembre 1981, La Guerre du feu ebbe un enorme successo al cinema, attirando quasi 5 milioni di spettatori. Il regista e produttore Claude Berry, che ha apprezzato il film, ha chiamato Jean-Jacques Anaud e gli ha offerto un contratto vuoto per il suo prossimo progetto francese.

tamasa

Kar e Chiki Karyu, alias Tom

Così, il regista ha girato Il nome della rosa nel 1986 prima di affrontare L’orso, le cui riprese sono iniziate nel maggio 1987 nelle Dolomiti in Italia. Questo paradiso naturale fungerà da ambientazione per la storia del film, che dovrebbe svolgersi in Canada. Se il regista ha aspettato troppo a lungo per girare The Bear, è per un’ottima ragione.

Al momento del lancio del progetto, la troupe cinematografica sapeva che le riprese avrebbero richiesto uno sforzo di formazione significativo. Infatti, a quel tempo, non c’erano effetti digitali speciali! Poi un gruppo di specialisti ha lavorato con piante da fiore per 4 anni, dando a Jean-Jacques Anod il tempo di girare Il nome della rosa.

Little Youk è la star del lungometraggio. In totale, 12 cuccioli hanno servito come controfigure. Alcuni sono stati addestrati per l’arrampicata su roccia, altri per i paesaggi acquatici. I dodici animali sono stati allevati e addestrati in un arboreto vicino al parco Jacana a Saint-Montene in Solonia. Erano costituiti da dieci femmine e due maschi.

Tuttavia, se Youk è al centro della storia, allora la star del cinema è soprattutto il suo compagno, Kodiak Kaar, un impressionante orso adulto. Infatti si chiamava Plantegrad Bart. Nato nel 1977, ha partecipato a molti scatti hollywoodiani (Croc Blanc, At Knives Out). Tuttavia, è stata la sua partecipazione a The Bear che ha reso l’animale una vera leggenda. Morì nel 2000 all’età di 23 anni.

tamasa

Youk e Bart, noto anche come Kaar

Dopo le riprese, i cuccioli sono stati introdotti in vari zoo. Youk, alias La Douce, l’eroe del film, è tornato a Sainte-Montaine nella proprietà di Jean-Philippe Varin.

Altri cuccioli vivono al Saint Martin-La Plaine Animal Park e al Beauval Animal Park. Si trova anche nello zoo di Linz in Austria e nel Parco zoologico di Limburgo in Belgio.

Girato in inglese, The Bear è stato un clamoroso successo. In Francia, il film ha ottenuto 9.136.266 di adesioni. Negli Stati Uniti, il lungometraggio attira 7.998.500 spettatori.

READ  Lanciato ufficialmente italfest - Le Lien MULTIMDIA :: il portale per i professionisti del digitale in Qubec

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.