Sulla Stazione Spaziale Internazionale, russi e americani sono rimasti “amici”

Dall’inizio della guerra in Ucraina, la NASA ha più volte sottolineato che la cooperazione nella gestione della Stazione Spaziale Internazionale continua senza ostacoli.

Quasi una settimana dopo il ritorno sulla Terra, l’astronauta della NASA Mark Vandy Haye ha testimoniato la continua buona volontà tra i cosmonauti americani e russi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), nonostante la totale opposizione tra i loro paesi in Ucraina.

“Carissimi amici”

Mark Vande Hee è atterrato in Kazakistan mercoledì scorso, a bordo di una capsula russa con due cosmonauti, Anton Chkaplerov e Peter Dubrov. Da allora l’americano è tornato negli Stati Uniti, parlando martedì in una conferenza stampa a Houston, in Texas.

I cosmonauti russi, ha detto, “erano, sono e rimarranno cari amici”. “E non avevo dubbi sulla mia capacità di continuare a lavorare con loro”.

Mark Vandy Hee ha sottolineato che la guerra in Ucraina era davvero un argomento di discussione a bordo della ISS. Ma ha detto che le discussioni riguardavano “principalmente ciò che stanno pensando, e preferirei che fossero in grado di condividerlo da soli”.

Mosca e Washington sono partner nella gestione della Stazione Spaziale Internazionale. La NASA ha ripetutamente confermato che per il momento la cooperazione continua senza incidenti.

READ  Apple ha stretto un accordo con un cliente le cui foto private sono trapelate

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.