La sonda giapponese SLIM è sopravvissuta alla sua terza notte lunare

La sonda giapponese SLIM è sopravvissuta alla sua terza notte lunare

L'agenzia spaziale giapponese JAXA ha annunciato mercoledì che la sonda giapponese SLIM, atterrata sulla Luna alla fine di gennaio, è sopravvissuta alla terza notte lunare, durata circa due settimane sulla Terra, in modo più duraturo del previsto.

• Leggi anche: Il modulo lunare giapponese SLIM è stato riavviato dopo due settimane di riposo forzato

• Leggi anche: Dopo due fallimenti, il Giappone manda nello spazio il suo nuovo razzo H3

L’agenzia spaziale è riuscita nuovamente a contattare la sonda e ha pubblicato su X una nuova immagine della superficie lunare scattata dalla navicella spaziale.

“SLIM ha mantenuto le sue funzioni principali”, ha accolto con favore Jaxa, che inizialmente aveva avvertito che questa piccola unità non era progettata per resistere a temperature estremamente fredde (fino a -130 gradi Celsius) nelle notti lunari.

“Continueremo a monitorare attentamente le condizioni di SLIM e verificheremo quali delle sue parti potrebbero deteriorarsi maggiormente” a seconda del giorno e della notte sulla Luna, ha aggiunto JAXA.

Grazie a SLIM, che è atterrato con un elevato grado di precisione sulla superficie lunare, il Giappone è diventato il quinto paese al mondo a riuscire ad atterrare sulla superficie lunare, dopo Stati Uniti, Unione Sovietica, Cina e India.

Questa sonda dovrebbe analizzare le rocce presenti sulla superficie della Luna provenienti dal suo “mantello”, cioè la sua struttura interna, che non è ancora ben compresa.

READ  La perdita dell’udito non è solo associata all’invecchiamento

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *