Meta AI: l'esperto risponde a 4 domande da porsi

Meta AI: l'esperto risponde a 4 domande da porsi

L'intelligenza artificiale di Meta è ora online. Dobbiamo diffidare o è uno strumento che può semplificarci la vita?

Bruno Guglielminetti, esperto e conduttore del podcast di notizie digitali Mon Carnet, ha fornito la sua analisi sulla Meta AI in un'intervista a LCN.

• Leggi anche: Rischi dell'intelligenza artificiale: “Stiamo facendo l'apprendista del mago”, dice un esperto

• Leggi anche: Con InstaDeep, anche l’Africa è “sulla mappa globale dell’intelligenza artificiale”.

• Leggi anche: vedere | Il deputato liberale Moncef Darraji balla al ritmo della musica dell'intelligenza artificiale per promuovere il suo torneo di scacchi

Ecco le sue risposte a quattro domande che potresti farti su questo argomento:

Cosa può fare la MetaAI?

L'intelligenza artificiale di Meta può rispondere a domande, suggerire post, correggere l'ortografia e risolvere problemi di matematica.

“Può fare molte cose, proprio come fa oggi Chat GPT”, afferma l'esperto.

Dovremmo aver paura di proteggere le nostre informazioni personali?

Bruno Guglielminetti sottolinea che dobbiamo stare attenti alle informazioni sensibili che possiamo condividere con Meta AI, anche se l'azienda sottolinea che rispetta la privacy degli utenti di Internet.

“Con tutta l'esperienza che abbiamo acquisito e conosciuto con le diverse piattaforme del gruppo Meta, possiamo sentirci un po' a disagio al riguardo”, afferma l'esperto.

“Metti lì quello che metteresti su una cartolina, sapendo che ci sono altre paia di occhi che potrebbero vedere quell'informazione”, aggiunge.

Questo consiglio vale anche per Chat GPT, dice Guglielminetti.

“A meno che tu non paghi il pacchetto e confermi nei termini di utilizzo che le informazioni sono conservate in un deposito sicuro e solo tu hai accesso a tali informazioni”, “non puoi condividere o utilizzare informazioni sensibili o private su di te negli ordini che fai”. posto”, spiega.

READ  Team USA: Gabriel Diallo si ritira dopo una lunga battaglia

Meta AI è attrezzata per rispondere a domande mediche?

“Indosserà guanti bianchi quando si tratterà di questioni delicate come la salute e, in generale, ci fornirà il tipo di informazioni che possiamo trovare se andiamo su Wikipedia”, dice l'esperto.

È sicuro per i bambini?

Meta AI non verifica l'età; Pertanto la porta è aperta all'utilizzo da parte dei minorenni.

Il consiglio di Bruno Guglielminetti ai genitori è quindi quello di discutere di questo argomento con i propri figli.

“Dobbiamo tenerlo d’occhio. Dobbiamo anche spiegare loro cos’è, a cosa serve e come possono usarlo.

Per vedere l'intervista completa, guarda il video qui sopra.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *