Sotto il kitsch, strass e lustrini, il peso della geopolitica

Di Anne Francoise Hevert

Inserito oggi alle 12:09, aggiornato alle 12:09.

Stoccolma, sabato 14 maggio 2016. Per due settimane l’Ericsson Globe, un palazzetto dello sport a forma di pallina da golf gigante, nel sud della capitale svedese, ha tremato al ritmo dell’Eurovision. È finalmente arrivato il momento della partita finale. Provenienti da tutta Europa, i fan possono aspettarsi di essere stupiti. Eccoci in territorio occupato: gli svedesi amano l’Eurovision e lo danno per scontato. a partire da La vittoria degli ABBA a Brighton nel 1974 con WaterlooE Il concorso istituito nel 1956 è stato vinto sei volte dal regno scandinavo.Ogni anno, Melodifestivalen, il programma nazionale di selezione dei candidati, attira facilmente 3 milioni di telespettatori in questo paese di 10 milioni di persone.

Alle 21 sono state rilasciate le prime note di TDium H146 di Marc Antoine Charpentiercompositore 17E un secolo. E siamo partiti per uno spettacolo di quattro ore… dei 43 paesi che hanno partecipato, 20 paesi sono arrivati ​​alle semifinali. Sei si qualificano automaticamente: il tuo palmo – Francia, Italia, Germania, Regno Unito e Spagna – oltre al paese ospitante, la Svezia. Gli artisti sfilano sul palco. Secondo le regole stabilite dalla European Broadcasting Union (EBU), organizzatore del concorso, ogni spettacolo non deve superare i tre minuti.

READ  Quando l'arte arriva in casa di cura, a Margaret, Geneva, Francoise, Pierre ...

Uno degli eventi non sportivi più seguiti al mondo

Non manca nulla: strass, paillettes, motivi fiammeggianti… Pop, rock e folk: un mix di generi. Alcuni cantano in inglese, altri nella loro lingua. Con un vestito con balze azzurre e un papillon tra i capelli, la candidata tedesca sembra uscita da un manga, mentre i rocker ciprioti, in gabbia, fluttuano sopra una nuvola di fumo. Nella brillante mise en abyme, i conduttori della serata, il vincitore del 2015 Måns Zelmerlöw, e la comica Petra Mede sono partiti al Una frenetica parodia dal titolo Amore, amore, pace, paceE Si fanno beffe di tutti i difetti del kitsch dell’Eurovision, che rimane uno degli eventi non sportivi più seguiti al mondo, con 200 milioni di telespettatori.

Nella pausa, gli svedesi hanno fatto un ottimo lavoro: Justin Timberlake ha fatto il viaggio a Stoccolma dove ha dato la prima mondiale del suo nuovo brano, Non riesco a smettere di sentire!, È stato scritto insieme ai cantautori svedesi Max Martin e Schelback. La star americana aggiunge un tocco di glamour e modernità. Avevamo quasi dimenticato le faide diplomatiche durate settimane: la questione delle bandiere bandite, uno striscione alzato da un candidato molto assertivo, una canzone che ha fatto arrabbiare la Russia…

Hai ancora l’89,41% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.