Sesto sbiancamento massiccio della Grande Barriera Corallina

sbiancamento Non che le barriere coralline muoiano completamente, ma muoiono Non perdere grandi aree E quelli che sono sopravvissuti più vulnerabile alle fluttuazioni ambientali.

note meteorologiche Completato questo mese Gli scienziati del governo australiano lungo i 2.300 chilometri della Grande Barriera Corallina hanno concluso che ” sbiancamento intenso » Sul 60% della superficie. Ancora più preoccupante, agli occhi degli esperti, è il fatto che rispetto ai cinque episodi precedenti, sia il primo a verificarsi durante un anno La Niña, cioè l’anno in cui l’Oceano Pacifico è più fresco del normale. Ciò significa, quindi, che gli episodi precedenti, insieme a temperature anormalmente calde, hanno reso le barriere coralline più vulnerabili a nuovi “stress ambientali”.

“Vediamo che le barriere coralline non possono resistere all’attuale tasso di riscaldamento e alla frequenza dei cambiamenti climatici”, Commenta Il New York Times Neil Kantin, un biologo corallo australiano che ha guidato una delle squadre di monitoraggio aereo. cattive notizie annunciato il 25 marzo dalla Marine Parks Authority, agenzia del governo australiano. Questi sono dati preliminari.

I precedenti cinque episodi di sbiancamento si sono verificati nel 1998, 2002, 2016, 2017 e 2020.

Si stima che un quarto di tutta la vita marina nel mondo dipenda, prima o poi nella vita, dalle barriere coralline. E questo senza contare i milioni di persone che ne dipendono per il cibo, il reddito da lavoro o la protezione delle loro coste dalle tempeste.

e le barriere coralline Spesso qualificato Da sistema di allerta impatti futuri del cambiamento climatico –Qual è l’equivalente di un canarino? Nelle vecchie miniere di carbone, che allertavano i minatori di una fuga di gas.

READ  Apple pensa agli iPad con schermi più grandi

Non perdere nessuno dei nostri contenuti

Incoraggiare Octopus.ca

In occasione del mese della francofonia, il team di Pieuvre.ca desidera sottolineare il suo legame con la qualità della lingua francese. Questo è il motivo per cui usiamo quotidianamente antitossina Per rivedere i nostri testi.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.