Sei mesi dopo, su Marte, è volato un elicottero della NASA

Di fronte al clamoroso successo della missione, l’agenzia spaziale statunitense l’ha prorogata a tempo indeterminato. L’elicottero è diventato il compagno di viaggio del rover Perseverance, la cui missione è cercare tracce dell’antica vita su Marte.

“Tutto sta andando bene”, ha affermato l’allegro Josh Ravic, capo del team di ingegneria meccanica di Ingenuity. “Stiamo facendo un lavoro migliore del previsto su Marte”.

Il 19 aprile, Ingenuity ha effettuato il primo storico volo di un veicolo robotico su un altro pianeta. Ha superato tutte le aspettative, poi ha raggiunto di nuovo undici. “Siamo stati in grado di affrontare venti più forti di quanto pensassimo”, afferma Josh Ravich.

“Nel terzo volo, abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi meccanici […] E abbiamo raccolto tutte le informazioni che potevamo sperare”, spiega questo dipendente del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA, che è responsabile del velivolo.

Da allora, l’altezza di quest’ultimo è salita a 12 metri e il suo ultimo volo è durato 2 minuti e 49 secondi. In totale, ha percorso 2,6 chilometri.

All’inizio di maggio, Ingenuity ha effettuato il suo primo volo di sola andata, atterrando sulla pista accuratamente selezionata originariamente per il suo primo mese.

Il suo sesto viaggio in seguito fu ricco di eventi. Dopo aver tremato seriamente a causa di un malfunzionamento dell’immagine in volo per stabilizzarlo, è finalmente riuscito ad atterrare illeso. il problema è stato risolto.

La creatività è ora inviata al sondaggio per scattare foto con una telecamera a colori, l’unico strumento di bordo che non è necessario per eseguire correttamente. L’obiettivo è duplice: garantire che la strada sia sicura per i rover, ma anche che sia effettivamente di interesse scientifico, in particolare da un punto di vista geologico.

READ  Aggiornamento gratuito per il gioco multiplayer online

In teoria, l’elicottero può ancora funzionare a lungo. Ma il periodo invernale si avvicina e le cose potrebbero complicare le cose.

Grazie ai dati di volo di Ingenuity, gli ingegneri stanno lavorando per sostituire la prossima generazione di elicotteri su Marte. “Qualcosa nei 20 o 30 chili, in grado di trasportare attrezzature scientifiche”, spiega in dettaglio Josh Ravic.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *