Pallacanestro. I Blues continuano la loro impeccabile preparazione contro l’Italia (100-68)

La squadra francese di basket ha vinto con grande facilità offensiva (100-68) la terza partita in preparazione all’Europeo contro l’Italia martedì a Montpellier, due settimane prima dell’inizio della competizione in Germania (1-18 settembre). I Blues, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo della scorsa estate, hanno ottenuto la terza vittoria consecutiva dopo quella contro l’Olanda (89-65) e il lento successo contro questi italiani venerdì a Bologna (78-77 BC).

In assenza dei dirigenti Nicolas Batum e Nando de Colo che hanno saltato gli Europei e sono stati esclusi tre giocatori a causa di infortuni, la squadra di coach Vincent Colette ha già iniziato i preparativi attorno a sensazioni offensive acute e rassicuranti. Al completo esaurimento della Sud de France Arena, i vicecampioni olimpici si sono trovati più a loro agio rispetto a quattro giorni fa in Emilia-Romagna. Sulla scia del regista Thomas Heurtel e dei dirigenti Rudy Gobert ed Evan Fournier, sono rassicurati in attacco, così come il loro successo nei tiri vincenti (58%, 14/25).

Heurtel, un profeta nel suo stesso paese

Con la loro concentrazione difensiva e il costante rimbalzo, la nazionale francese ha fatto dimenticare alla gente il loro estenuante inizio di preparazione. Non ha mai tremato, ha guadagnato undici punti alla fine del primo quarto (25-14) e ha persino perfezionato il suo gioco.I due leader della squadra francese sono Yvan Fournier (13 punti), il capitano emergente, e Rudy Gobert (10 punti , 11 rimbalzi) Hanno iniziato timidamente prima di ritrovare con il passare del tempo la loro esperienza, per permettere finalmente alla propria squadra di avanzare nel secondo tempo.

Con gli infortuni ai primi classificati Frank Ntelikina e Andrew Albissi, il regionale regionale sul palco Petiro Thomas Hurtel è stata una delle cose più soddisfacenti da fare con la vittoria dei Blues. Con dieci punti e cinque assist nel primo periodo, è rimasto in pista alla guida della Francia e ha reso il suo gioco più fluido, grazie alla sua esperienza, efficienza e anche alla sua autorità sul gioco.

READ  Verso la fine di una carriera?

Ancora una volta, il giovane esterno del Villeurbanne: Eli Okubo (12 scelte), capocannoniere della serata (18 punti, di cui 4/5 da tre punti) ha segnato una perfetta corsa dei Big Five per finire a cento all’ora. . Così, la squadra italiana, che la dominava nettamente, è stata soffocata dalla genialità offensiva dei francesi nonostante la prestazione del loro capitano Nicolò Mili (13 punti).

Giovedì, sempre a Montpellier, i Blues affronteranno il Belgio nell’ultima amichevole, prima di disputare due gare di qualificazione ai prossimi Mondiali contro Repubblica Ceca e Bosnia Erzegovina, prima di dirigersi verso la Germania.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.