Operatori sanitari: studenti internazionali pronti a entrare nell’assistenza infermieristica

Operatori sanitari: studenti internazionali pronti a entrare nell’assistenza infermieristica

Gli infermieri che vengono dall’estero per lavorare negli ospedali del Quebec devono aggiornare le proprie conoscenze e adattare le proprie pratiche per integrarsi meglio nel contesto del Quebec. A tal fine, il Gruppo Collégia, in partenariato con Cégep e CISSS, propone loro un programma di integrazione nella professione infermieristica in Quebec.

“C’è quindi un nucleo comune a cui partecipano tutti gli studenti che comprende teoria, laboratori, stage e poi quattro corsi aggiuntivi a seconda della valutazione di ciascun candidato”, spiega Manuel-Anne Boissonneau, consulente didattico del Collegia Group.

“Ho lavorato come infermiera in Marocco per dieci anni. Beh, non è stato facile, ma ora penso che il mio viaggio sia finito e sono molto felice della mia avventura”, dice Raja Abkhas, studentessa.
“Trovo che sia un corso di formazione molto fruttuoso e molto diversificato”, afferma Mohsen Al-Mabroud.

“La cosa interessante è vedere fino a che punto portano tutta la loro conoscenza e poi la incorporano nelle cure che forniranno qui in Quebec. “Ecco perché penso che il viaggio che stanno intraprendendo sia fantastico”, afferma Renee Cummings, Istruttrice del Groupe Collegia.

L’integrazione comunitaria svolge un ruolo importante nel mantenimento degli immigrati. Gli studenti hanno potuto trovare le risorse necessarie per il loro sviluppo.

“La persona deve davvero prendere l’iniziativa per uscire perché non c’è nessuno che verrà a prenderla.” Ha detto Mohsen Al-Mabroud.

“Andiamo di città in città per trovare cibo locale in alcuni negozi. Ma a parte questo, siamo in grado di adattarci a ciò che troviamo sul posto”, ha affermato Delphine Mbuche.

Alcuni vennero a stabilirsi con i loro figli. E Somaya ne ha tre.
“Sì, all’inizio è stata una sfida che sono riuscito a superare”, ha detto Somaya Al-Azizi.
“È stato un po’ difficile soprattutto all’inizio. Siamo qui da quasi un anno ed ero felice perché per i miei figli era più facile. Lì a Jaspeci la gente è accogliente e questo per noi è molto positivo e ci ha aiutato a molto”, ha detto Raja Abkhas.

READ  Forti piogge in Giappone, che invitano centinaia di migliaia di residenti a evacuare

“Entro la fine di settembre avremo otto studenti che finiranno i loro studi. Poi ogni mese ci saranno studenti che finiranno le loro prescrizioni”, dice Manuel Anne Boissoneau.

Gli studenti completeranno la loro formazione entro dicembre. Ci aspettiamo un gruppo di una cinquantina di nuovi arrivi dall’inizio del 2024.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *