Il Canada aumenta la sua presenza diplomatica nell’Europa orientale

Ottawa convertirà i suoi uffici in Estonia, Lettonia, Armenia e Slovacchia in ambasciate a pieno titolo nel tentativo di aumentare la sua presenza diplomatica nell’Europa orientale.

• Leggi anche: Il Canada invia due navi da guerra nel Mar Baltico

Il ministro degli Esteri Melanie Jolie ha annunciato la decisione durante la sua visita al vertice della NATO mercoledì a Madrid, in Spagna.

“Il Canada ha bisogno di essere sul campo più che mai. Ha bisogno di essere connesso, deve essere impegnato”, ha detto in una conferenza stampa, aggiungendo che il mondo stava attraversando un “punto di svolta” geopolitico e il Canada aveva bisogno di accelerare .

In particolare, queste ambasciate lavoreranno per aiutare il Canada a comprendere le questioni regionali e fornire una migliore “analisi” della situazione nel contesto di tensioni significativamente crescenti con la Russia.

La mossa arriva mentre la NATO si prepara a fornire un impulso storico alla sua presenza militare sul fianco occidentale dell’Europa.

La forza di reazione rapida dell’organizzazione è aumentata da 40.000 a 300.000 dipendenti.

Gran parte del personale militare aggiuntivo proverrà dagli Stati Uniti, il cui presidente Joe Biden era anche lui a Madrid nell’ambito della riunione della NATO.

Le truppe saranno trasferite in particolare in Germania, Regno Unito, Polonia, Romania, Spagna, Italia e Stati baltici.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha esortato gli alleati ad aumentare le loro spese militari per raggiungere il 2% “minimo” fissato dalla NATO.

READ  La guerra in Ucraina: la situazione sul campo all'ottantaquattresimo giorno

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.