Cinque film di fantascienza in streaming ora

Cinque film di fantascienza in streaming ora

Guardalo in streaming su Netflix.

Un commando che cerca di recuperare qualcuno da dietro le linee nemiche è una storia abbastanza comune. Gol di Heo Myung-haeng Banana post-apocalittica Abbraccia i valori B – Fast, Furious, Funny – in modo così sincero che è facile trascurare la premessa dell'edizione standard. Un cacciatore obeso (Don Lee), il suo giovane amico (Lee Joon-young) e il loro alleato delle operazioni speciali (Ahn Ji-hye) decidono di salvare un amico (No Jeong-ae) dalle grinfie di uno scienziato pazzo (Lee Hee -joon) che ha creato esseri umani invincibili per salvare l'umanità. .

Badland Hunters è ambientato tre anni dopo il terremoto di Seul e condivide lo stesso universo distopico dell'oscuro racconto di Um Tae-hwa, Concrete Utopia, dell'anno scorso. Ma i due film reggono a sé stanti, e Badland Hunters sostituisce la pungente critica sociale del film precedente con un umorismo più ampio e un'azione pura: la colonna sonora in stile spaghetti western di Kim Dong-wook dà il tono. Ancora una volta, un film coreano insegna ai produttori e ai registi americani come realizzare un film efficace e divertente con un budget limitato.

Ascoltalo in streaming su Amazon.

Gli adolescenti Adam (Ashanti Black) e Chloe (Kylie Rogers) si incontrano a scuola e si innamorano. Questa è una configurazione piuttosto standard. Poi hanno deciso di lanciare una “trasmissione di flirt” della loro storia d'amore per fare soldi. Beh, è ​​ancora con lei.

Solo che il pubblico a pagamento è costituito dai Vuvv, una razza aliena che ha rivendicato la Terra come propria. I Fauves possono essere tecnologicamente avanzati ma sono affascinati dall’amore, un concetto del tutto estraneo a una razza essenzialmente materialista e pratica che si avvicina alla riproduzione nello stesso modo in cui si avvicina al cibo: meccanicamente.

READ  Convocazione 2024: Un appassionato di scienze e ingegneria con sete di eccellenza - Facoltà di Scienze e Ingegneria

Questa ambientazione è abbastanza ricca da alimentare un intero film, ma è solo l'inizio del surreale e divertente “Landscape With Invisible Hand” di Corey Finley. Il film, ambientato a metà degli anni '30, si basa sull'enigmatico rapporto reciproco tra i terrestri sconfitti e i Vuvv, un'improbabile razza di primati che può essere paragonata a un “tavolino appiccicoso” – comunicano attraverso lo sbattimento di due dei loro paddle- come corpi. Le sue membra. Il film attraversa una serie di colpi di scena che mi hanno lasciato senza fiato di gioia, e sono arricchiti da un cast eccezionale che include anche una Tiffany Haddish particolarmente brava nel ruolo della madre di Adam, e Josh Hamilton e Michael Gandolfini nel ruolo del padre e figlio tosto di Chloe. fratello. .

Noleggialo o acquistalo sulla maggior parte delle principali piattaforme.

Questa potrebbe essere una proiezione da parte mia, ma è logico che un film sul libero arbitrio e sul fatto che uno stato o un ente privato debba o meno prendere decisioni sulla vita o sulla morte provenga da un ex paese comunista, la Repubblica Ceca. Ambientato nell'anno 2041, questo thriller techno noir segue un detective lupo solitario, Em (la gelida Andrea Mohilova), che sta rintracciando l'assassino della coppia. Riceve aiuto dal marito assassinato David (Matej Hadek), che è stato “restaurato” – una nuova tecnologia che riavvia le persone dopo la morte. Come tutto questo funzioni, in pratica, è un po’ un mistero; È meglio non continuare.

Il principale sospettato nel caso sembra essere un gruppo terroristico chiamato River of Life, che crede che la morte sia un punto finale naturale e con cui non si dovrebbe scherzare: David ha lavorato come ricercatore presso il Restoration Institute, che supervisiona i riavvii. Il regista Robert Heloes lavora con una tavolozza di colori cupi e lunatici – qui il sole non splende mai, proprio come piove sempre in “Blade Runner” – e crea un credibile prossimo futuro fatto di grattacieli, schermi fantasiosi, auto a guida autonoma, E tu. Sai, resurrezione. Restore Point è più interessato alle idee che alla costruzione del mondo, in particolare alle implicazioni morali del progresso tecnologico. Ad un certo punto, David dice a Em che ora è possibile inserire nuove abilità (soprannominate “doni”) nelle persone guarite, così da poter tornare in vita sapendo parlare cinese o suonare il piano, per esempio. Sembra fantastico, finché non ricordi che storicamente gli umani che interpretano Dio tendono a non finire bene.

READ  Perché gli eventi climatici estremi continuano a verificarsi in un mondo in fase di riscaldamento

Noleggialo o acquistalo sulla maggior parte delle principali piattaforme.

Questo fiorente sottogenere dell'intelligenza artificiale diventa ancora più ampio con questo film britannico in cui l'ingegnere di robotica Abby (Georgina Campbell, di Barbarian), ottiene un nuovo lavoro che comporta dei vantaggi: una lussuosa casa intelligente “tecnologicamente integrata”. Un “servitore” che si fa chiamare TIM (Eamonn Farren). Il bot sottomesso si sincronizza immediatamente con la casa, quindi chiede ad Abby le sue password in modo che possa aiutarla in modo più efficiente. Dato che lavora per l'azienda che produce macchine TIM e abbraccia la tecnologia, non importa quanto sia invasiva, Abby è prontamente d'accordo. Suo marito, Paul (Mark Rowley), è meno entusiasta. Naturalmente, verrà dimostrato che aveva ragione (questo è considerato uno spoiler solo come se non avessi mai visto prima un film che trattasse di intelligenza artificiale o fidarti ciecamente di umanoidi artificiali sfortunati).

Diretto da Spencer Brown, “TIM” non apre nuovi orizzonti – molti spettatori ricorderanno “M3gan” dell'anno scorso, tra gli altri film – ma è un thriller soddisfacente che funge anche da ammonimento sulle nostre vite. Fiducia nell’affidarsi a dispositivi sempre più sofisticati. Mentre Abby combatte i deepfake, viene a conoscenza del furto e dello scenario da incubo di una potenza di elaborazione superiore che provoca il caos, è difficile non interiorizzare la sua ingenuità e pigrizia, e rabbrividire alla realizzazione che molti di noi si sarebbero comportati allo stesso modo.

Se pensi che gli anime siano il luogo perfetto per trovare brillanti storie d'amore adolescenziali, allora hai ragione. Almeno spesso: il nuovo film di Mari Okada dà una svolta oscura e inequivocabilmente esistenziale al tumulto adolescenziale. Il film inizia quando la cittadina di Mivuz viene tagliata fuori dal resto del mondo – e dal normale scorrere del tempo, che è stato interrotto – dopo un'esplosione in un'acciaieria locale. La donna resterà incinta per sempre. L'adolescente Masamune (doppiato da Junya Enoki) si rende conto che avrà sempre quattordici anni. Comincia a ristagnare, finché la collega di Masamune, Mutsumi (Reina Ueda), lo porta alla fabbrica, dove incontra una ragazzina selvaggia, Itsumi (Misaki Kuno). L'identità è centrale per lo sviluppo finale della trama.

READ  Lanyon. Il 32° Festival della Scienza il 7 e 8 ottobre

Okada, che ha anche scritto il film, si preoccupa principalmente dell'ansia che viene allo stesso tempo amplificata e indebolita dall'impossibilità di andare avanti. “Era sempre inverno, ma non abbiamo mai avuto freddo”, dice Masamune. I Mefu iniziano a dubitare della realtà, e quindi della loro stessa esistenza. Aggiungi riferimenti a divinità e realtà disparate e c'è molto da comprendere: non posso fingere di aver capito tutto. Ma “Maboroshi” è stranamente orecchiabile nel suo modo torturato e profondamente emotivo, come una canzone della tua band goth preferita con l'eyeliner.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *