L’Africa fa progressi nell’adozione del vaccino contro la malaria: aggiornamento sanitario settimanale

L’Africa fa progressi nell’adozione del vaccino contro la malaria: aggiornamento sanitario settimanale

(Agenzia Ecofin) – Questa settimana nell'attualità sanitaria è segnata da progressi e sfide nella lotta contro la malaria: tre paesi dell'Africa occidentale amplieranno la vaccinazione, mentre la Costa d'Avorio si prepara a ricevere le sue dosi. In questo momento, la telecamera ha un brutto segno di morte per plasmodium… In primo piano, la faccia della RDC sull'mpox nell'Equatore, che lascia la Nigeria sui misteri dei bambini del nord…

Vaccino contro la malaria: da espandere in tre paesi dell’Africa occidentale

Tre paesi dell’Africa occidentale, Benin, Liberia e Sierra Leone, intendono distribuire il vaccino contro la malaria RTS,S su larga scala sul loro territorio, prendendo di mira milioni di bambini. L'iniziativa è stata annunciata ieri, giovedì 25 aprile, in occasione della Giornata mondiale contro la malaria. Pertanto, i tre paesi si uniranno ad altri cinque paesi del continente nella fornitura di questo vaccino.

In Benin, il ministro della Sanità, professor Benjamin Honkpaten, ha confermato che l'introduzione di questo vaccino costituisce un importante passo avanti nella lotta contro questa malattia parassitaria. Il Paese ha ricevuto 215.900 dosi e ha aggiunto la formula al suo programma ampliato di immunizzazione. Il vaccino deve essere somministrato con una schedula di 4 dosi ai bambini a partire da circa 5 mesi di età.

In Liberia il vaccino è stato distribuito nella contea di Riverses con l'obiettivo di raggiungere almeno 45.000 bambini. Da parte sua, il Ministro della Sanità, Dott.ssa Louise Caputo, ha sottolineato l'importanza di questa iniziativa per porre fine all'epidemia di malaria tra i bambini.

Infine, in Sierra Leone, è prevista la distribuzione di 550.000 dosi in tutto il Paese.

Da parte sua, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha naturalmente accolto favorevolmente quest’ultimo sviluppo, sottolineando l’importanza di una risposta coordinata per proteggere i bambini e ridurre il peso delle malattie nella regione. Oggi due vaccini sono stati convalidati e raccomandati dall’agenzia delle Nazioni Unite RTS, S e R21.

Distribuzione dei decessi dovuti alla malaria nel mondo.

Si noti che questa graduale introduzione del vaccino nei paesi del continente continua a progredire, in particolare nel contesto sub-sahariano dove il continente concentrerà quasi il 95% di tutti i decessi dovuti a questa malattia nel 2022. In particolare, undici paesi sub-sahariani trasportano Circa il 70% del carico globale di malaria, Secondo i dati disponibili.

La regione africana sta adottando misure positive per espandere la distribuzione del vaccino contro la malaria, una componente fondamentale della nostra lotta contro questa malattia mortale. Il dottor Matshidiso Moeti, direttore regionale dell’OMS per l’Africa, ha dichiarato: “Insieme ai nostri partner, ci impegniamo a sostenere gli sforzi in corso per proteggere e salvare la vita dei bambini piccoli e ridurre il peso della malaria nella regione. »

READ  Stai parlando da solo? Non preoccuparti. È un segno di intelligenza ed ecco le otto virtù secondo la scienza

Lotta alla malaria: presto la Costa d'Avorio riceverà il vaccino

La Costa d’Avorio si sta preparando a seguire le orme dei suoi vicini ricevendo un vaccino contro la malaria. Secondo la dottoressa Mia Tanouh Antoine, direttrice del coordinamento del Programma nazionale di controllo della malaria, la vaccinazione inizierà il prossimo luglio, mirando principalmente ai bambini di età inferiore ai cinque anni. In questa dichiarazione, rilasciata anche come preludio alla Giornata mondiale contro la malaria, l'accento è stato posto sull'equità sanitaria e sull'accesso alle cure per tutti gli ivoriani, con particolare attenzione alle zone più colpite come Bouake. ” Non dobbiamo dimenticare i residenti in cura “, ha esortato la dottoressa Mia. In Costa d'Avorio, la malaria rimane un grave problema di sanità pubblica. Pertanto, su 100 casi sottoposti a consultazione, 33 persone sono collegate alla malaria.

Il Camerun registra una significativa riduzione dei decessi legati alla malaria

In Camerun, il Programma nazionale di controllo della malaria (PNLP) ha osservato un calo dei decessi correlati alla malattia in cinque anni, tra il 2019 e il 2023. Durante una conferenza stampa a margine della 17a Giornata mondiale contro la malaria, il programma ha mostrato una riduzione del 64% del tasso di mortalità, da 17,7 a 6,3 per 100.000 abitanti esposti alla malaria.

Tuttavia, questa tendenza incoraggiante nasconde ancora sfide significative. Nel 2023, il Paese dell’Africa centrale ha registrato oltre 4,8 milioni di casi sospetti di malaria, con oltre un milione di casi classificati come gravi, di cui il 32% nei bambini di età inferiore ai cinque anni. Secondo i dati del Ministero della Sanità Pubblica, nello stesso anno, “ 28% Motivi per la consultazione (10.617.542 persone hanno partecipato alla consultazione nelle strutture sanitarie, inclusi 2.977.754 casi confermati di malaria) “La malattia rappresenta circa l’8% dei ricoveri ospedalieri e oltre il 7% dei decessi registrati nelle strutture sanitarie.

Repubblica Democratica del Congo: epidemia mortale di vaiolo con oltre 250 morti all’Equatore

A sud, nel paese più grande della sottoregione, continuiamo la lotta contro il vaiolo (vaiolo delle scimmie o vaiolo delle scimmie). Così, nella Repubblica Democratica del Congo, nella provincia dell’Equatore, la malattia ha ucciso più di 250 persone in quattro mesi, secondo il dipartimento sanitario regionale. Con oltre 2.500 casi segnalati, il distretto sanitario di Lutombi è quello più colpito, registrando oltre 2.120 casi.

Questa malattia contagiosa e mortale si è diffusa in 17 dei 18 distretti sanitari della provincia. Anche la zona sanitaria di Mbandaka ha registrato un allarmante aumento del numero di casi, con più di 60 contagi e diversi decessi, tra cui la morte di un'infermiera di Lingunda. Per affrontare questa crisi, il governatore della provincia ha dichiarato ufficialmente un’epidemia di vaiolo. Quest'ultimo invita al rispetto delle misure igieniche di base e chiede ai residenti di segnalare eventuali sintomi ai centri sanitari locali.

READ  Invasion su Apple TV+: stagione 2 della serie sci-fi? Abbiamo la risposta! - Serie di notizie

Morti misteriose di bambini in Nigeria: sospetto avvelenamento da metalli pesanti

In Nigeria si stanno indagando su casi allarmanti di morte inspiegabile di bambini in tre città del Paese. Il Centro nigeriano per il controllo e la prevenzione delle malattie (NCDC) ha avviato un'indagine in seguito alla morte di 164 bambini di età compresa tra 4 e 13 anni nello stato di Sokoto. La malattia, segnalata per la prima volta a Sokoto e Zamfara, si è diffusa a Kaduna.

Il direttore generale del Centro nazionale per il controllo delle malattie, dottor Gide Idris, ha tenuto un incontro di emergenza con i commissari sanitari degli stati colpiti per spiegare la causa e mitigare gli effetti. ” Ad oggi, nelle aree governative locali di Isa, Sabon Birni ed Ella dello stato di Sokoto sono stati segnalati un totale di 196 casi sospetti della malattia sconosciuta e 7 decessi. In attesa dei risultati delle analisi sui vari campioni inviati ai vari laboratori partner, in particolare NIPRID, NAFDAC e NIMR. », si riferisce al comunicato stampa. ” A seguito della segnalazione di casi simili nello Stato di Zamfara, questa settimana verrà inviata un’altra squadra nazionale di risposta rapida per valutare la situazione e fornire supporto allo Stato. »

Al momento la patologia è” Si sospetta che si tratti di avvelenamento da metalli pesanti e probabilmente collegato ad attività minerarie », indica un comunicato ufficiale. Sono state inviate squadre di pronto intervento per valutare la situazione. Le comunità sono invitate a segnalare eventuali sintomi sospetti.

Sudan: Al via la campagna di vaccinazione contro morbillo e rosolia a Sennar

READ  Star Wars: il famoso attore di questa serie di fantascienza è nella serie Ahsoka ma non l'hai ancora visto!

6548 L'Africa occidentale avanza nell'adozione dell'aggiornamento sanitario settimanale sul vaccino contro la malaria

In Sudan, le autorità dello Stato di Sennar, nel sud-est del Paese, si preparano a lanciare una campagna di vaccinazione su larga scala contro il morbillo e la rosolia, con l’obiettivo di proteggere più di un milione di bambini nell’est del Paese. Domani inizierà la campagna di sei giorni, che mira a vaccinare circa 1.360.500 bambini nello Stato. Il governatore di Sennar, Tawfiq Muhammad, ha affermato, durante una riunione congiunta del Consiglio dei ministri dello Stato e del Comitato per la sicurezza, il pieno impegno delle autorità per il successo della campagna. Anche le misure di sicurezza saranno rafforzate, con il dispiegamento di agenti di polizia in tutte le località. Ghazi Al-Qari, capo del dipartimento di immunizzazione del Ministero della Salute nello Stato di Sennar, ha chiesto la cooperazione tra le autorità e i residenti per garantire il successo della campagna. Questa operazione fa seguito a un aumento dei casi di morbillo, segnalati in particolare da MSF nel 2023.

Stato della poliomielite in tre paesi africani

In Aggiornamento settimanaleTre paesi africani hanno registrato casi di poliovirus selvaggio (WPV) e di poliovirus derivato dal vaccino (VDPV) la scorsa settimana, ha riferito la Global Polio Eradication Initiative. Il Ciad ha confermato un caso di VDPV2, il primo nel 2024, mentre la Repubblica Democratica del Congo ha segnalato un caso di VDPV1, anche il primo quest’anno. In Nigeria la settimana scorsa è stato confermato un caso di VDPV2, l’ottavo caso quest’anno. Nel 2023, la Nigeria ha registrato 87 casi di infezione da VDPV2. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie negli Stati Uniti hanno emesso avvisi di viaggio per questi paesi, raccomandando la vaccinazione completa prima di recarsi lì.

I. Reno Dosavi

Leggi anche:

Colera, influenza aviaria, poliomielite e nuove minacce: aggiornamento sanitario settimanale in Africa

Colera: l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta pre-testando un nuovo vaccino orale più facile da produrre data la carenza

Allerta sul peggioramento della situazione sanitaria nella Repubblica Democratica del Congo: aggiornamento sanitario settimanale in Africa

Picco del morbillo e campagne di vaccinazione: aggiornamento settimanale sulla salute in Africa

28.000 casi sospetti di difterite in Nigeria, Guinea e Mauritania…: aggiornamento sanitario settimanale in Africa

Il Benin sta preparando una campagna di vaccino contro la malaria e la Repubblica Democratica del Congo seguirà: Aggiornamento settimanale sulla salute in Africa

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *