California | La grande bugia di Trump è diventata parte integrante della politica americana

(Washington) Se alla fine definisce i suoi sostenitori “buoni perdenti”, il candidato repubblicano Larry Elder, come Donald Trump, ha denunciato “frode” anche prima che si tenesse martedì il referendum contro il governatore democratico della California, suggerendo che l’inversione del ” bugia” La “grande” campagna elettorale per l’ex presidente è ormai consolidata negli Stati Uniti.


Elodie Cousin e Frankie Taggart
Agenzia di media Francia

“Imbroglieranno, lo sappiamo”, ha detto ai suoi sostenitori Mr. Elder, un conduttore radiofonico ultra-conservatore, una settimana prima che il voto fosse organizzato per cercare di mettere sotto accusa il democratico Gavin Newsom.

Foto di Mike Blake, Reuters

Già prima della clamorosa sconfitta di martedì nel referendum contro il governatore democratico della California, il repubblicano Larry Elder ha denunciato “frode” nel ballottaggio vinto dal governatore Gavin Newsom.

Finanziato dal suo sostegno elettorale, ha invitato il sito “Stop Fraud” a denunciare ogni “violazione”.

Qualcuno pensa davvero che il referendum in California non sia truccato?

Donald Trump, alla vigilia del sondaggio, lunedì.

L’ex presidente che ha perso alle elezioni del 2020 è tornato all’impeachment martedì, mentre gli elettori hanno votato, per denunciare il “voto fraudolento”.

Il governatore Gavin Newsom alla fine ha ampiamente superato questo tentativo di rimuoverlo dal potere in questa grande nazione democratica e Larry Elder ha ammesso la sconfitta.

Una nuova era nella politica americana

Ma la campagna ha cristallizzato una nuova era nella politica americana, dimostrando di essere ora profondamente segnata dalle accuse infondate di brogli elettorali mosse da Donald Trump durante le elezioni presidenziali del 2020, vinte dal suo rivale Joe Biden.

READ  Afroamericano ucciso dalla polizia negli USA

“Trump non ha mai smesso di correre nel 2020 e questo serve a diversi scopi”, ha affermato Richard Hassen, professore di diritto elettorale presso l’Università della California, Irvine.

“Mobilita al-Qaeda e delegittima la presidenza Biden e le vittorie dei Democratici in generale”, ha detto all’AFP. Questo può essere usato per cercare di cambiare l’esito delle elezioni. ”

Già, la sua “grande bugia” elettorale, come la descrivono i suoi critici, ha colpito profondamente il suo campo: il 78% dei repubblicani afferma che Joe Biden non ha vinto le elezioni presidenziali in un sondaggio della CNN pubblicato mercoledì, quasi otto mesi dopo le elezioni. Accesso democratico alla Casa Bianca.

FOTO BRENDAN SMIALOWSKI, Agence France-Presse Archives

La “grande bugia” elettorale di Donald Trump ha colpito duramente il suo campo: il 78% dei repubblicani afferma che Joe Biden non ha vinto le elezioni presidenziali in un sondaggio della CNN pubblicato mercoledì.

E in diversi stati chiave, che potranno determinare l’esito delle prossime cruciali elezioni parlamentari del 2022 e delle elezioni presidenziali del 2024, l’influente miliardario sostiene i candidati che difendono la sua “grande bugia” che si contendono posizioni di… organizzatori.

minare la “fiducia”

I trumpisti che si sono fatti avanti includono Mark Fenchem in Arizona, Judy Hayes in Georgia, Jim Marchant in Nevada e Christina Karamo nel Michigan.

Sostenere Donald Trump potrebbe portare a un “livello completamente nuovo di politicizzazione” di queste posizioni di segretario di Stato, che sono già di parte, afferma Richard Hassen.

All’inizio del 2016 e nonostante la sua vittoria, Donald Trump ha falsamente affermato che gli immigrati clandestini e gli elettori “morti da dieci anni” avevano votato a frotte per il suo avversario, Hillary Clinton.

In California, le accuse di frode di Donald Trump e Larry Elder anche prima delle elezioni potrebbero aver parzialmente smorzato la partecipazione di repubblicani frustrati, alcuni dei quali nel loro campo erano furiosi.

“È l’atto più irresponsabile che ho visto da un candidato californiano nei miei 20 anni in politica qui”, Ron Nehring, l’ex capo del Partito Repubblicano della California, ha espresso indignazione al sito per esporre la frode promossa da Mr. Elder.

La “grande bugia” di Donald Trump si è diffusa e minato la fiducia nelle nostre elezioni in un modo molto pericoloso”, ha affermato Stephen Spaulding, Common Cause Officer.

Questa organizzazione americana, che monitora le buone pratiche elettorali, difende quindi un disegno di legge democratico che vieterebbe il licenziamento dei funzionari elettorali per motivi politici.

Ma per lui, ha spiegato all’AFP, il modo migliore per superare questo lavoro minaccioso era mobilitarsi:

Gli elettori dovrebbero continuare a votare in numero record. ”

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *