Un residente del Quebec riesce a smantellare una rete criminale dopo che il suo computer è stato rubato in Belgio

Un residente del Quebec riesce a smantellare una rete criminale dopo che il suo computer è stato rubato in Belgio

Tony Obie, residente nel Quebec in vacanza in Belgio, ha smantellato una rete criminale mentre cercava di trovare il suo laptop.

Tutto è iniziato quando stava per prendere il treno per tornare a casa e gli è stato rubato lo zaino.

All’interno c’erano il suo portatile e il suo computer.

Il signor Obi ha provato a ritrovare i suoi effetti personali geolocalizzando il suo computer, ma senza successo.

Ha quindi chiesto aiuto alla polizia che purtroppo gli ha detto che non potevano fare nulla perché il localizzatore non era sufficientemente preciso da localizzare l’appartamento giusto.

Ha dovuto aspettare fino a lunedì per richiedere un nuovo passaporto all’ambasciata, poi la sua missione è stata quella di trovare i ladri e il suo computer.

Il signor Obi ha deciso di attendere davanti all’edificio e ha aspettato di vedere i due sospettati uscire dall’appartamento.

Dopo aver scattato delle foto, ha rintracciato i due uomini in diversi luoghi della città per documentare le attività dei sospettati.

Alla fine della giornata, quando ha presentato i documenti alle autorità, la polizia ha fatto irruzione e ha scoperto un’intera rete di oggetti rubati.

READ  È atterrato nel posto sbagliato, sua moglie ha avuto un incidente mentre veniva a prenderlo

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *