Ostacolo alle indagini sull’attentato al Campidoglio | Sei mesi di carcere per Steve Bannon

(Washington) Lunedì, il tribunale ha condannato a sei mesi di reclusione l’ex consigliere di Donald Trump, Steve Bannon, condannato a luglio per aver ostacolato le indagini sull’attacco al Campidoglio.

Inserito alle 10:21

Un giudice federale dovrebbe pronunciarsi venerdì a Washington contro il 68enne, una figura populista di destra negli Stati Uniti, a cui le parti hanno inviato le loro argomentazioni prima dell’udienza.

Nel loro memorandum, i pubblici ministeri hanno delineato la “sfida, malafede e disprezzo” mostrati da Steve Bannon quando è stato citato in giudizio dal comitato della Camera che indagava sull’attacco del 6 gennaio 2021.

Poiché ha mantenuto questa posizione fino alla fine, “dovrebbe essere condannato a 6 mesi di carcere – la gamma massima di pene – e una multa di $ 200.000”, hanno aggiunto in un documento che accompagna la procedura.

Il suo avvocato ha risposto al suo caso “affrontando questioni più ampie, importanti per tutti gli americani”, chiedendo un verdetto sospeso sulla libertà vigilata a seguito del suo processo d’appello.

Se questa opzione non viene scelta, aggiungono: “Il signor Bannon chiede che la sua pena venga scontata a casa”.

Steve Bannon è considerato uno degli artefici della vittoria di Donald Trump nel 2016. Anche dopo la sua rimozione dalla Casa Bianca nell’agosto 2017, è rimasto vicino al presidente e gli ha parlato il giorno prima dell’attacco a Capitol Hill.

Per scoprire la natura delle loro discussioni, la commissione d’inchiesta parlamentare incaricata di evidenziare il ruolo di Donald Trump in questo colpo di stato ha convocato Steve Bannon per testimoniare e presentare i documenti.

Ha rifiutato, invocando il diritto dei presidenti di mantenere segrete alcune conversazioni, che lo hanno portato ad essere accusato di “ostacolare” il lavoro del Congresso.

READ  Ha ordinato ulteriori ispezioni su alcuni Boeing 777

Durante il processo alla corte federale di Washington a luglio, non ha testimoniato né parlato. La giuria lo ha ritenuto colpevole dopo meno di tre ore di deliberazione.

È anche processato per frode dai giudici di New York nell’ambito di un’indagine sulla raccolta fondi per la costruzione di un muro tra gli Stati Uniti e il Messico, una delle principali promesse elettorali di Donald Trump.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.