L’identità è solubile nei pregiudizi?

Dennis Lord – Iniziativa per la stampa locale

I vegani digeriscono bene gli alci e l’autofluorescenza è compatibile con la fantascienza? Le risposte possono essere trovate in Alterindiens, una commedia simile a una sitcom eseguita a La Porte-du-Nord a Shibogamao venerdì 17 dicembre alle 20:00.

Le produzioni teatrali di Minentacuan riuniscono attori di notorietà, che sono stati visti nei teatri del Quebec, in televisione e al cinema. Scritto con il titolo AlterNatives dal prolifico autore di Ojibwe Drew Hayden Taylor, è stato tradotto poco in francese, ma è molto popolare nel mondo letterario anglosassone.

L’opera risale a quasi vent’anni fa, ma secondo Charles Bender, che l’ha tradotta e ha interpretato il personaggio di Dave, è diventata più rilevante oggi in Quebec poiché la riflessione sui rapporti tra indigeni e non nativi qui si è svolta meno. Più rapidamente del resto del Canada. “Siamo ancora in cima all’onda”, secondo Bender (senza riserve, Mohawk Girl).

Cena di cinque portate

Un fan di Arthur C. Clarke, Tolkien e Frank Herbert, Gabriel (Etienne Thibault) è un giovane Algonquin urbano che sogna anche di scrivere un romanzo di fantascienza.
“È molto sotto pressione per scrivere da una prospettiva indigena”, dice Bender. […] Ma vuole scrivere per la sua felicità e non per il suo attivismo. È un artista prima di tutto e un originale secondo. […] Non ha niente da dire sulla riserva. Vuole scrivere storie su persone nello spazio e alieni. “
Per convincerlo a radicare ulteriormente la sua creatività nella sua cultura, la sua compagna di origine ebraica (Violet Qufu), che studia letteratura locale, prepara una cena a base di mousse dove due vegetariani, Michelle (Marco Colin) e Dave, oltre a due anziani, preparano un pasto. Amici di Gabrielle, Bobby (Charles Buckel Robertson) e Yvonne (Genevieve Bodett).

READ  Omicron è più preoccupante del previsto a causa di un boom senza precedenti

Identità e molestie

“Esponiamo i punti ciechi l’uno dell’altro”, ha detto Charles Bender. I vecchi amici di Gabriel sono attivisti indigeni e hanno i loro pregiudizi. Si chiamano Alterindiani. “
Yvonne, ad esempio, nella sua tesi di master sulla rivitalizzazione indigena, denuncia una certa ipocrisia di questo fenomeno, che dispiace tanto ai non cittadini quanto ai cittadini. Per quanto riguarda Bobby, è un amante dei libri autodidatta che ama provocare ovunque si trovi.

“Non giochiamo più sui facili pregiudizi, sulle piccole questioni dell’identità di base”, commenta Bender. Siamo già vuoti nella prospettiva intellettuale del rinnovamento indigeno. Hayden Taylor ha tratto ispirazione più da Who’s Fake of Virginia Woolf, di Edward Albee, che da Tomson Highway. “

Questo aspetto critico non impedisce al gameplay di essere divertente. “È una commedia”, dice il traduttore. È in uno stile molto farsesco. A proposito, è usato nella messa in scena. Sono come amici ma visti da una prospettiva indigena. Con molto fastidio, ma inconvenienti divertenti. “

Gruppo prolifico

Diretto da Xavier Huard, lo spettacolo di Drew Hayden Taylor è stato presentato in anteprima al Denise-Pelletier Theatre lo scorso settembre e, dopo Chibougamau, continua il suo viaggio in Val-d’Or, Amos e Rouyn-Noranda.
Productions Menuentakuan è un gruppo prolifico composto da Quebec e due membri delle Prime Nazioni.
Nel marzo 2022, Productions Menuentakuan collaborerà con Théâtre La Rubrique per presentare l’opera teatrale Saguenay Mashinikan (il libro) scritta da Marco Colin.

Un altro progetto che coinvolge Xavier Huard e Omer St-Onge. Charles Bender afferma: “Successivamente, inizio un ciclo di creatività con un progetto che parla della mia famiglia e dei miei legami. Lo faccio con Marie-José Bastian. [comédienne et metteuse en scène]. Ci sono molti progetti in cantiere e l’azienda è molto attiva. “

READ  "Kalam of Knowledge": E per crollare

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *