L’ambasciata americana pubblica un messaggio sul rischio di attentati in Russia

(Mosca) L’Ambasciata degli Stati Uniti a Mosca ha emesso, domenica sera, un avviso sui pericoli di attacchi in luoghi pubblici a Mosca, San Pietroburgo e al confine ucraino nel mezzo dell’escalation delle tensioni sull'”Ucraina”.

Inserito ieri alle 17:22.

“Secondo i resoconti della stampa, ci sono minacce di attacchi a centri commerciali, stazioni ferroviarie e della metropolitana e altri luoghi pubblici nelle principali aree urbane”, ha affermato l’ambasciata in una dichiarazione che non ha menzionato articoli di stampa specifici.

E il messaggio dell’ambasciata ai suoi cittadini rileva che il pericolo esiste a Mosca e San Pietroburgo, “così come nelle aree in cui la tensione è in aumento lungo il confine russo con l’Ucraina”.

I paesi occidentali hanno avvertito per settimane dell’intenzione della Russia di attaccare il paese vicino che faceva parte della sua sfera di influenza prima del crollo del blocco comunista nel 1991, accusando la Russia di aver ucciso decine di migliaia di uomini al confine.

L’ambasciata degli Stati Uniti consiglia inoltre ai suoi cittadini in Russia di “evitare l’affollamento” e di prendere “disposizioni per l’evacuazione senza fare affidamento sull’assistenza del governo statunitense”.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha criticato l’intervento dell’ambasciata sui social media, mettendo in dubbio il rispetto del protocollo e “cosa dovremmo farne?” “.

Le autorità locali intorno al confine russo con l’Ucraina hanno dichiarato lo stato di emergenza nei giorni scorsi a causa dell’arrivo di sfollati dal territorio ucraino controllato dai separatisti.

Più di 50.000 persone sono arrivate in Russia da quando i leader separatisti di Donetsk e Lugansk, le regioni ribelli, hanno esortato donne e bambini ad andarsene venerdì in mezzo alle crescenti tensioni, secondo il ministero per le Emergenze.

READ  Esercito degli Stati Uniti Ora sono consentite code di cavallo, trecce e orecchini

L’Ucraina combatte i separatisti filo-russi dal 2014, quando Mosca ha annesso la Crimea, e da allora più di 14.000 persone sono state uccise nelle ostilità.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *