Il presidente del club del Lione ammette che i tifosi non sosterranno la loro opposizione alla Premier League

Jean-Michel Aulas, il potente presidente del primo club francese, il Lione, ha ammesso che i sostenitori della sua squadra sono “fondamentalmente contrari” a qualsiasi progetto di separazione dalla Premier League europea.

“I nostri sostenitori, con cui abbiamo parlato, sono fondamentalmente contrari alla creazione di un campionato europeo privato”, ha detto Olias in una conferenza stampa per rivelare i recenti risultati finanziari del gruppo holding OL Groupe quotato a Lione.

Olas ha aggiunto che i club “devono ascoltare le richieste culturali e sociali dei propri tifosi. Penso che siano in Francia contro la Lega europea speciale “.

Dopo che il club ha dominato la Francia, il Lione ha raggiunto le semifinali di Champions League la scorsa stagione, ma ha vinto il campionato francese per l’ultima volta nel 2008.

In questi giorni fatica a tenere il passo con la forza del Paris Saint-Germain a livello nazionale, nonostante sia considerato il secondo club più ricco di Francia.

L’ultimo campionato di Deloitte Football Money League si è classificato 18 ° nella lista dei club più ricchi del mondo e 18 ° nella lista dei club più ricchi del mondo, con un fatturato totale di 180,7 milioni di euro (218 milioni di dollari) lo scorso anno, che è uno- terzo del reddito del PSG.

Il mese scorso, il Times ha pubblicato documenti che dettagliano i piani contraddittori per la Premier League, offrendo un torneo con 20 club con 15 membri permanenti, tra cui i “Big Six” della Premier League, tre ciascuno dalla Spagna e dall’Italia e due dalla Germania.

Tuttavia, solo un posto era garantito per andare in Francia, con altri cinque all’anno.

READ  FOTO The Boom: Pierre Couso condivide una bellissima foto ricordo con Sophie Marceau

Quindi, il Lione avrà un aspetto migliore con i piani della UEFA di rivedere la Champions League dal 2024.

Vedranno la fase a gironi espandersi a 36 delle attuali 32 squadre e la Francia, quinto paese europeo, dovrebbe ottenere un posto aggiuntivo.

Finora Inghilterra, Spagna, Germania e Italia hanno conquistato quattro posti nella fase a gironi, mentre la Francia ha solo due posti garantiti, più un altro posto nei turni di qualificazione.

Olas ha dichiarato: “La nuova proposta dell’Unione Europea vedrà il quinto paese ottenere tre posti nella fase a gironi, oltre a un posto nelle qualificazioni”.

Questo ci permetterà di correggere le deviazioni tra le maggiori potenze. Nel contesto attuale, la soluzione offerta dalla UEFA sembra essere la migliore.

Olas ha rivelato che la UEFA “spingerà per” ridurre i campionati nazionali a un massimo di 18 squadre in futuro “per evitare che i giocatori giochino troppe partite.

Dei campionati europei “Big Five”, solo 18 squadre sono nella Bundesliga tedesca, e il resto ha 20 club.

ah-fjt / jed / jde / as / bsp

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *