Hongla, Tameze ed Hellas Verona pareggiano a Bologna

È stato il giorno del ritorno dalla Serie A a Bologna da quando il club ha ricevuto per la prima volta in questa stagione. Gli avversari erano Hellas Verone e i loro camerunesi Hongla, Tameze. Il Leone Indomabile si è ben piazzato al centro del centrocampo, con il suo connazionale Adrien Tamèze alla sua destra. Avrebbe potuto essere uno dei duetti di centrocampo degli Indomitable Lions ai Mondiali. Ma anche Samuel Eto’o Fils, il capo negoziatore, non riuscì a convincere Tameze.

17.000 spettatori si sono riuniti per dare il benvenuto al club dei loro cuori.

Hongla, Tameze e Hellas Verona iniziano piuttosto bene la partita. Tuttavia, non sfruttano il loro momento forte e consentono al Bologna di rilanciarsi. E, al 21′, sono passati in vantaggio. Schouten trova Kasius, che trova Arnautovic nel cuore dell’area di rigore. Batte Gunter e apre le marcature. 1-0.

Su questa azione, il centrocampista camerunese ha interrotto la sua corsa considerando che i suoi compagni di squadra erano in inferiorità numerica nell’area di rigore.

L’incontro è rimasto equilibrato e il camerunese ha organizzato il gioco da dietro e ha distrutto le azioni avversarie quando necessario.

Venti minuti di grande gioco in cui le squadre hanno dato il massimo. Poi, il pareggio lancia una doccia fredda in uno stadio surriscaldato. Hongla in pieno asse trova Lazovic sulla sinistra. Tre piccoli tocchi di palla e un cross finisce sulla testa di Henry in mezzo alla superficie. 1-1. Un minuto dopo, un altro gol per il 2-1 di Orsolini, ma l’arbitro Marcenaro annulla per fuorigioco.

Il Verona ha bussato alla porta del gol al 55′. Ma Adrien Tameze ha incredibilmente mancato il suo tocco a due pollici dalla porta.

READ  Calenda chiama, Mastella se ne va: confronto diretto di Annunziata. Nuovi insulti: «Burinotto», «Sensale» - Corriere.it

Un fatto di gioco è quasi costato un occhio a Hongla. Al 78′, in un duello vis-à-vis, il camerunese riceverà un rampone lungo il viso. Orsolini alza la gamba troppo in alto e riceve un cartellino rosso diretto.

Il Bologna si riorganizzerà per salvare il punto dal pareggio. Quanto a Hongla, lascerà il campo subito dopo la cura di questo shock, all’81’.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.