Giro: Steve Morabito: “Il Giro è una grande corsa con molto spettacolo” – rts.ch

Giro: Steve Morabito: “Il Giro è una grande corsa con molto spettacolo” – rts.ch

L’ex corridore professionista, Steve Morabito, ha partecipato a 7 Giro d’Italia nella sua carriera. Valaisan (40) ora presiede la Federazione ciclistica vallesana, nonché il comitato organizzatore che ha permesso quest’anno al Giro d’Italia di arrivare in Svizzera. RTSsport.ch è andato a intervistarlo per parlare di questa corsa leggendaria.

Il Giro si ferma a Valley questo fine settimana per la prima volta Dal 1963 Con arrivo a Crans-Montana il venerdì e partenza da Sierre il sabato. Per preparare queste due tappe, gli organizzatori si sono affidati a Steve Morabito. Campione svizzero nel 2018, Monthissan ha partecipato a 16 importanti tour durante la sua carriera, dal 2006 al 2019, con i team Phonak, Astana, BMC e FDJ.

Il Giro deve essere la gara più dura in termini di strada, meteo e tempo

Stefano Morabito

Il Giro d’Italia occupa un posto speciale nella sua mente: “Il Giro è una grande corsa dove c’è molto spettacolo e rispetto per i corridori. È sempre un piacere farlo come ciclistaAnche se, per lui, Steve Morabito ha esclamato in un primo momento,Dovrebbe essere la gara più dura in termini di strada, meteo e tempoScalare le montagne a maggio non è sempre facile.

Un solo svizzero in corsa

Il vallesano conserva una misura di memorie epiche, proprio per questa difficoltà: “Tappe come il passo Gavia e lo Stelvio sotto la neve, per la discesa ghiacciata, doccia e via il giorno dopo, o la salita delle tre Cime di Lavaredo, che si farà quest’anno, quando avevamo 10 cm di neve fresca su un casco in arrivo, sempre molto leggendarioÈ eccitato I giorni cliché di Martedì E Mercoledì In questa edizione del 2023, quella reputazione è stata cementata.

Nei ricordi, tutti i vallesani ricordano di aver visto i ciclisti vallesani correre il Giro

Stefano Morabito. [Gian Ehrenzeller - Keystone]

Stefano Morabito

La corsa a casa trasmette sempre la sua quota di emozioni per un ciclista svizzero. dopo l Il ritiro di Stephen KongTuttavia, quest’anno è rimasto solo uno in gara: il residente di Zurigo Fabian Lienhard (Groupama-FDJ), che è 129° nella classifica generale. “È un peccato che quest’anno non ci siano Sebastien Reichenbach e Simon Bellaud, perché penso che avrebbero apprezzato molto farlo.Montheysan si lamenta: anche Gino Mäder aveva una carta da giocare in questa edizione, ma il Saint-Gallois, morbosamente, Costretto ad arrendersi qualche giorno prima della partenza.

READ  Circuit de Wallonie: l'italiano Andrea Pasqualon firma il 10° successo dell'Intermarché-Wanty-Gobert (video)

terra ciclabile

Gli spettacoli degli atleti lo dimostrano regolarmente e che da molto tempo il Vallese è una pista da ciclismo. “Circa dieci anni fa, Johann Tchopp Ha vinto Cima Coppi (Rosso: vetta più alta dell’edizione del Giro d’Italia). C’è stato anche Alex Moss in passato. Nei ricordi, tutti i vallesani ricordano di aver visto i ciclisti vallesani correre il Girodice il 40enne Steve Morabito stesso ha contribuito 7 volte a perpetuare la tradizione, con un miglior piazzamento di 25° nella finale del 2014.

Se già sappiamo che non ci saranno imprese da parte di un corridore del vecchio paese durante questa 106esima edizione, la tappa Crans-Montana si preannuncia epica, visto che è già stata la stragrande maggioranza delle tappe dall’inizio della Costa dei Trabocchi il 6 maggio. Con, chissà, forse la prima interpretazione tra i top del gruppo?

Bastien Trottet – Bastien Trottet

Importante per il ciclismo in Svizzera

Passare il Giro in Svizzera ha interessi anche diversi dalla semplice competizione. di Steve MorabitoDà prospettive e un luccichio negli occhi dei giovani per vedere com’è la vita di un ciclista professionista. Questi grandi eventi aiutano anche a promuovere lo sport e solleticano la prossima generazione con tutti questi giovani talenti che hanno bisogno di ispirazione.“.

L’ex corridore è consapevole anche delle potenzialità e dei limiti della Svizzera: “Siamo fortunati ad avere gare su strada e gare di mountain bike a livello di Coppa del Mondo e, per un paese piccolo, molti atleti internazionali relativamente bravisi rallegra.

READ  Djokovic, alla conquista del titolo 21

Informazioni pratiche

La tappa del venerdì sarà trasmessa integralmente attraverso i vari canali RTS, prima su RTSsport.ch dalle 10.50, poi dalle 13.45, su RTS 2. Raggiungerà la Svizzera attraverso il traforo del Gran San Bernardo (non il valico, come inizialmente previsto) , prima di prendere il Col de la Croix-de-Coeur (condizioni permettendo) e scendere attraverso Tzoumaz. I corridori si dirigeranno poi verso Granges e Lens per finire a Crans-Montana tra le 16:45 e le 17:45.

Il giorno dopo, i ciclisti lasceranno Sierre a mezzogiorno verso Briga e il Col du Simplon, dove troveranno sterrato italiano. Questa tappa sarà visibile su RTSsport.ch dalle 11:55. Per coloro che desiderano seguire il corso, l’organizzazione fornisce una serie di dettagli pratici al riguardo Sito web.

Giro 2023, il programma

Municipio 18.05 – 12a tappa
Via Terra – Rivoli (179 km)
VEN 19.05 – tredicesima tappa
Borgofranco Divria – Crans Montana (207 km / arrivo in vetta)
20.05 – la quattordicesima tappa
Sierre – Cassano Magnago (193 km)
Domenica 21.05 – quindicesima tappa
Siregno – Bergamo (195 km)
LUN 22.05 – giorno di riposo
MA 23.05 – Sedicesima tappa
Sabbio Chiese – Monte Bondone (203 km / arrivo in vetta)
Mercoledì 24.05 – 17a tappa
Bergen Valsugana – Caorle (195 km)
Municipio 25.05 – Palco 18
Oderzo – Val di Zoldo (161 km / arrivo in vetta)
26.05 – la diciannovesima tappa
Longarone – Tre Cime di Lavaredo (183 km / arrivo in vetta)
27.05 – la ventesima tappa
Cronoscalata Tarvisio – Monte Lusari (18,6 km)
Domenica 28.05 – Tappa 21
Roma – Roma (135 km).

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *