Epsiloon in edicola a fine giugno, la vendetta degli alumni di Science et Vie

Gentile vendetta: dopo aver lasciato Science and Life per preservare la loro indipendenza editoriale, alla fine di giugno dozzine di giornalisti pubblicheranno un nuovo bollettino scientifico mensile, “Epsilon”, con la loro ambizione di rimuovere la polvere da una specie inseparabile dal loro “venerabile vecchio giornale”. . ” .

Il loro progetto, realizzato dal gruppo specializzato di giornalismo giovanile, Unique Heritage Media (UHM), è stato rivelato lunedì.

Alla fine di marzo, nove giornalisti che lavorano per Science et Vie, tra cui quasi tutti i direttori onorari, hanno formalizzato le loro dimissioni a causa di disaccordi con il gruppo sulfureo Reworld Media, che detiene il titolo dall’estate 2019.

Hanno lamentato in particolare la mancanza di personale e la perdita di controllo del sito web della rivista e dell’assegnazione a gestori di contenuti non giornalisti che accumulano errori.

Hanno deciso tutti di intraprendere l’avventura di Epsiloon al fianco di Hervé Poirier, l’ex caporedattore di Science et Vie che ha lasciato lo scorso autunno dopo 21 anni a casa, e Mathilde Fontes, l’ex vicedirettore che lo ha seguito a gennaio.

In totale, partecipano circa quindici giornalisti – tutti hanno lavorato con Science et Vie – tra cui 8 dipendenti a tempo indeterminato, questo tandem ha spiegato ad AFP.

– “più sviluppato” –

Astronomia, clima, tecnologia e archeologia … Epsilon intervisterà “un centinaio di scienziati” ogni mese ed esplorerà “il mondo a tutti i livelli, dal più piccolo all’infinitamente grande, dal fenomeno più semplice al più complesso, e dal dal più profondo al più leggero “, è un comunicato stampa.

Per quanto riguarda il nome, si fa riferimento alla lettera greca che, in matematica, “denota il molto piccolo” e “il molto grande”, con la doppia O, un’innovazione ortografica che consente un motto nella forma del simbolo, che rappresenta l ‘infinito.

READ  Fantascienza con un tocco femminile

Con il suo modello “più sfumato” che mette le “storie al primo posto”, Espiloon vuole essere “più moderno” e “dinamico”, secondo Mathilde Fontes.

Tra gli argomenti trattati nel primo numero, c’è un “racconto divertente” sull ‘”adolescenza universale”, in cui apprendiamo che “i topi adolescenti bevono alcol” mentre “gli scimpanzé adolescenti amano uscire in gruppo”, dice Borier.

La sezione “Pop Science” darà il via a divertenti scoperte scientifiche, mentre la sezione “Maze” spiegherà, ad esempio, “Perché non capiamo nulla sul 5G”. Un vecchio giornale “, conferma il signor Borier.

– molto supporto –

Il primo numero è stato venduto a 4,90 euro e il primo verrà stampato in 100.000 copie, ha dichiarato Emmanuel Monnier, presidente e fondatore di UHM (Le Journal de Mickey, National Geographic Kids …), politecnico e avido lettore di Science et Vie since Age 10 “, è stato sedotto durante un incontro con Hervé Poirier all’inizio dell’anno.

Lanciata dal lunedì al 10 giugno sulla piattaforma di crowdfunding Ulule, la campagna di pre-abbonamento ha anche generato più di 3.000 abbonamenti di mezzogiorno. Un totale di 25.000 abbonati alla fine renderebbero il titolo redditizio, dopo che UHM ha investito “poco più di un milione di euro”.

Un traguardo raggiungibile alla luce dei “300.000 iscritti” che hanno Science et Vie e Sciences et Avenir, conferma il signor Mounir, che sta pianificando spettacoli speciali, un sito web o un podcast il prossimo anno …

Il lancio è supportato da una pletora di personalità, dall’astrofisico Francoise Coombs al matematico Cedric Villani, tra cui il designer Philippe Stark, l’attore Thierry Lhermitt e il medico esploratore Jean-Louis Etienne.

READ  Potenziale svolta nella comprensione del diabete | scienza | notizie | il Sole

Molte le voci si sono levate alla fine dello scorso anno in difesa di Science et Vie, pubblicazione centenaria rispettata dal grande pubblico e dai ricercatori, petizione che in particolare ha raccolto quasi 28.000 firme.

Da parte sua, il ministro della Cultura Roselyn Bachlow ha lanciato una missione di assistenza alla stampa, che dovrebbe essere condizionata in futuro alla presenza di giornalisti nella redazione.

Da parte sua, Reworld ha annunciato lunedì la creazione del suo “Comitato Scientifico”, un “think tank” composto da dieci ingegneri, ricercatori e altri, dedicato alle “grandi sfide tecnologiche e scientifiche”, in parallelo con la serie “A” . Tra le iniziative “come il Giant Biodiversity Observatory in Francia,” Le Bioblitz Science et Vie “, il 22 e 23 maggio.

Tuttavia, per ora, a Science et Vie, nessuno degli incumbent che se ne sono andati a marzo è stato sostituito, con grande dispiacere di Fontez.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *