Crisi diplomatica aperta tra Francia e Italia sul dossier immigrazione

Crisi diplomatica aperta tra Francia e Italia sul dossier immigrazione

Nuova crisi franco-italiana per lo scottante dossier immigrazione: il capo della diplomazia italiana, Antonio Tajani, ha cancellato, giovedì 4 maggio, la sua prima visita a Parigi, dopo dichiarazioni da lei definite“inaccettabile”del ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin, a nome del primo ministro italiano Giorgia Meloni.

Questo “Incapace di risolvere i problemi dell’immigrazione per i quali sono stato eletto”, ha detto Gerald Darmanin su RMC La penisola ha registrato arrivi record di migranti sulle sue coste da gennaio. Darmanin ha risposto ad una domanda sulle dichiarazioni del capo del partito di estrema destra Rassemblement National, Jordan Bardella, sulla situazione dell’immigrazione alla frontiera italo-francese.

Sì, c’è un afflusso di immigrati, soprattutto minorenni. Nel sud della Francia, Darmanin, che incolpava Roma, ha confessato: “La verità è che in Tunisia ce ne sono (…) Una situazione politica che fa sì che molti bambini, in particolare, ritornino attraverso l’Italia e che l’Italia non possa farlo (…) per gestire questa pressione migratoria. » Come Meloni [la cheffe de file de l’extrême droite en France Marine] Le Pen, è stata eletta con il motto “vedrete quello che vedrete”, e quello che stiamo vedendo è che [l’immigration] Non fermarti e lascialo crescereE il ministro francese ha continuato. Secondo lui si trova di fronte il capo del governo italiano “Una crisi migratoria molto grave”.

Leggi anche: A bordo della Ocean-Viking i soccorritori si confrontano sulla “nuova strategia italiana” nel Mediterraneo

Parigi cerca di calmare gli animi

La reazione di Roma all’attacco è stata immediata: il capo della diplomazia italiana, atteso giovedì sera a Parigi per incontrare la sua omologo Caterina Colonna, ha subito annullato la sua visita. I crimini di Darmanin contro il governo e l’Italia sono inaccettabili., Ha denunciato su Twitter. Ha aggiunto: “Non è questo lo spirito con cui dovremmo affrontare le sfide comuni europee. »

Di fronte all’escalation, Parigi ha cercato di calmare gli animi, attraverso il molo d’Orsay “Speranze” Quella visita sarà “Riprogrammato rapidamente.”. “Il governo francese desidera collaborare con l’Italia per affrontare la sfida comune rappresentata dal rapido aumento dei flussi migratori”.Lo ha affermato in precedenza il Ministero degli Affari Esteri francese in seguito alle osservazioni del Sig. Darmanin. La relazione bilaterale lo è “Sulla base del rispetto reciproco tra i nostri due Paesi e i loro leader”Anche il Quai d’Orsay è sottolineato.

READ  Il servizio Europa-Park potrebbe presto essere offerto dal TGV in Germania

con l “parole indecenti”Il ministro ha obbedito “cattiva condotta diplomatica”Ha espresso il suo rammarico al presidente repubblicano (LR) Eric Ciotti. “Attaccare chi può proteggere la Francia da un flusso migratorio più ampio è inutile e controproducente. Se l’Italia decidesse di smettere di gestire i flussi migratori alle porte dell’Europa, la Francia sperimenterebbe un vero e proprio pozzo migratorio.Lo ha affermato il deputato delle Alpi Marittime, l’amministrazione italiana delle frontiere.

“Con la nomina di Gérald Darmanin a ministro dell’Interno, la Francia batte ogni record in materia di immigrazione. Un record che gli impedisce di dare la minima lezione di fermezza ai nostri vicini italiani, che pagano la domanda d’aria che lui stesso ha” creato in Europa., Ha twittato da parte sua Capo RN Jordan Bardella.

L’immigrazione è un tema caldo tra i due paesi

L’immigrazione è da anni un tema delicato nelle relazioni franco-italiane. Nel mese di novembre, i due paesi sono stati testimoni di una forte epidemia di febbre quando il governo Meloni, appena al potere, ha rifiutato di consentire l’attracco di una nave umanitaria della ONG “SOS Méditerranée”, che è stata accolta dalla Francia a Tolone (Var). Con più di duecento immigrati a bordo.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati L’Italia si prepara a imporre lo stato di emergenza a causa del crescente numero di immigrati in arrivo

L’incidente ha fatto arrabbiare Parigi, che ha chiesto un incontro europeo affinché questo scenario senza precedenti non si ripetesse. Da allora, le traversate clandestine sono aumentate con lo sviluppo di una nuova rotta marittima tra la Tunisia e l’Italia, in prima linea alle porte dell’Europa.

READ  Il Canada e altri 12 paesi sottolineano l'importanza delle elezioni anticipate in Iraq - 45eNord.ca

le notizie

” Politica “

Ogni settimana, Le Monde analizza per voi l’attualità politica

Registrati

Secondo il Ministero dell’Interno italiano, quest’anno sono arrivate in Italia attraverso il Mediterraneo oltre 42.000 persone, rispetto alle circa 11.000 dello stesso periodo del 2022. In questo contesto, il Primo Ministro francese, Elisabeth Born, ha annunciato la fine del l’anno, aprile, la mobilitazione di 150 tra polizia e gendarmeria “aggiuntivo” fare “A fronte della crescente pressione migratoria alla frontiera italiana” Oltre a creare a “Forze di frontiera”Forza di frontiera. In Australia le cose stanno andando molto bene.Giovedì in difesa di Gerald Darmanin: “Al confine, le persone vengono interrogate e costrette a superare controlli di identità”. Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni delle Nazioni Unite, il primo trimestre del 2023 è stato il più mortale per i migranti nel Mediterraneo dal 2017.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Lo spostamento delle rotte migratorie attraverso il Mediterraneo

Il mondo con l’Agence France-Presse

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *