Campioni di ogni tempo

Quel naso triste da italiano allegro

18 Dicembre 2018

Ei fu. Immobile solo da morto e solo agli occhi di chi guardava, dato che probabilmente, se esiste vita dopo quel punto, il Ginettaccio Bartali stava già cercando una donna, una bici o una bistecca, non necessariamente nell'ordine, per farci l'amore.

Sono già più di 17 anni che se n'è andato, Bartali.

Ma prima, da questa parte dell'Averno, ha lasciato tanti di quei segni, di quelle impronte, di quelle favole, che anche chi non ci è mai passato accanto ne è rimasto e ne rimane comunque sfiorato, colpito, rapito...

Più di Coppi, che punto primo è leggenda e divismo, pragmatica e forza e punto secondo gli è finito molte volte davanti, ma le volte che contano meno. Infatti Coppi non avrebbe mai condotto Striscia La Notizia ed è per Bartali, non a Coppi, che Paolo Conte ha saputo scrivere quel capolavoro, per ironia, intensità e poesia, che ha segnato, a sua volta, più di una generazione...

 

Comunque, mentre in quel Tour del "48 i francesi -messi in ginocchio in casa loro dal vecchione italiano- si incazzarono per davvero, la rivalità con Fausto Coppi, verissima nei dualismi e negli scontri e sfoghi caratteriali, dal punto di vista sportivo fu più che altro creata e poi alimentata da media e stampa. In realtà fu Bartali a chiamare da capitano Coppi come gregario e fu lo stesso Bartali a lanciarlo e riconoscerne la forza e la classe. E forse, a proposito, di gesti distensivi tra i due, oltre alla borraccia passata da Gino a Fausto andrebbe ricordata la loro partecipazione al "Musichiere" nel 1959. 

 

La storia racconta che con la vittoria al Tour Bartali evitò una guerra civile, sicuramente passò alla Storia, tanto che nei tempi per così dire moderni ci girarono anche un paio di fiction, la più intensa con Pierfrancesco Favino nei suoi panni di campione -e di uomo- generoso...

Italiano in tutto e per tutto, toscano nell'anima, nei modi e nell'accento, a Bartali, a differenza che a Coppi sempre attento alla linea e alle diete, garbava di molto mangiare fino al limite dell'abbuffata, anche prima delle gare più importanti. 

Ha vinto tutto, tranne il titolo Mondiale (ma le gare iridate non erano -e non sono- adatte agli scalatori come lui), compresi 3 Giri d'Italia e 2 Tour, ha girato il pianeta e attraversato le guerre e lo sport con un impareggiabile spirito e con la forza della testardaggine e della volontà, della voglia di pace e giustizia e, soprattutto, una carica umana che ovunque e comunque ha saputo fare la differenza.

E la fa ancora. Nei ricordi di chi ne ha vissuto la favola e le imprese e di chi non l'ha neppure mai visto correre, ma con lui condivide quello strano ingrediente chiamato passione...

  • Gino Bartali
  • Bartali in azione
  • Sulle salite del Tour
  • Bartali passa la borraccia a Coppi
  • In divisa, a militare
  • Con il rivale, avversario, nemico ed amico Fausto Coppi

Se fossi in giuria chi voteresti tra le finaliste di Miss Ippodromo?

Tante bellissime ragazze, un solo voto, il tuo...

2.52% Alice Mignani Vinci

2.15% Annette Colaprice

6.00% Agata Lucchini

12.54% Alessandra Russo

14.92% Connie Barra

2.11% Nicoletta Bonaudo

2.66% Celina Beatrice Domjan Cetrano

12.81% Arianna De Palo

1.84% Laura Spimpolo

1.94% Meghi Patozi

1.84% Simona Carbone

3.65% Ami Codovini

5.52% Erika Franceschini

7.16% Asia Ferretti

4.40% Andrea Camilla Sordini

12.67% Alessia Bechis

1.87% Loretta Marino

2.08% Sara Roba

1.33% Nicole Ghindia

Ti consigliamo

Attualità

Il Natale all'Ippodromo di Albenga un modello da s

Domenica 23 dicembre, il cavallo al centro

17 Dicembre 2018

A briglia sciolta

LA BANDOLERA JESSICA E LA MAGIA DEI CAVALLI

Una favola vera, scolpita sulla roccia dei sogni, della passione e di un talento semplicemente unico

6 Dicembre 2018

Attualità

L'Infinito di Vecchioni in Ogni Canzone d'Amore

Nuovo album per il cantaprof. E nel primo singolo, dedicato ad Alex Zanardi, torna la voce di Guccini

28 Novembre 2018

A briglia sciolta

"King" Mazzucato: "Il trotto, avventura di una vit

In occasione della nomina in task force per l'ippica riproponiamo il racconto autobiografico del signor Roberto

21 Novembre 2018

Campioni di ogni tempo

Riccardo "Il Magro" Magrini e il ciclismo per caso

In bici ha saputo vincere anche una tappa storica al Tour, poi ottimo direttore sportivo e ora eccezionale commentatore per Eurosport. Personaggio istrionico, cantante, imitatore e presentatore, da anni si è dato all'ippica e al trotto, vincendo anche spesso, nelle corse benefiche dei vip

12 Novembre 2018

Campioni di ogni tempo

Pelè bianco, Profeta del gol e papà del Barcellona

Messi, Maradona, Pelè, George Best, Eusebio, Rivera, Di Stefano. Ma anche Platini, Zico, Falcao. E, soprattutto, Johan Cruyff.

13 Gennaio 2019