CAMPIONATO CONTINENTALE NORCECA: “Il Dio della pallavolo è nella nostra palestra”

CAMPIONATO CONTINENTALE NORCECA: “Il Dio della pallavolo è nella nostra palestra”

Triplice campione olimpico come atleta, tra i primi giocatori a guadagnare uno stipendio di oltre un milione all’anno e illustre ambasciatore del suo sport, Karsh Kirali trascorrerà la settimana in Quebec per il Campionato continentale femminile di pallavolo NORCECA.

Jill Lepine è al settimo cielo. “Il Dio della pallavolo è nella nostra palestra”, ha detto il capo del comitato organizzatore, allenatore, ex giocatore e analista. Karsh è una leggenda incredibile. Nonostante tutti i suoi successi, è molto amato ed è un eccellente ambasciatore del nostro sport.

Medaglia d’oro nella pallavolo indoor ai Giochi di Los Angeles nel 1984 e di Seul nel 1988, l’allenatore della nazionale statunitense salì nuovamente sul gradino più alto del podio nel 1996 ad Atlanta, mentre il beach volley faceva il suo debutto olimpico ufficiale.

Quando si ritirò nel 2007 all’età di 47 anni, aveva vinto 144 titoli di beach volley (AVP) dell’American Tour e accumulato più di tre milioni di titoli.

Vittoria storica

Alle Olimpiadi di Tokyo 2021 ha guidato la squadra nazionale femminile degli Stati Uniti alla medaglia d’oro, la prima nella storia dei nostri vicini meridionali. Di tutte le sue conquiste, qual è per lui la più importante?

“Ho provato le emozioni più forti quando abbiamo vinto la medaglia d’oro a Tokyo”, ha detto. La pallavolo femminile partecipa ai Giochi dal 1964 e questa è stata la prima volta che il Team USA ha vinto la medaglia d’oro. Dopo aver sfiorato più volte la medaglia d’argento e quella di bronzo, siamo saliti sul gradino più alto del podio per la prima volta dopo 13 tentativi. “Non ho mai provato niente del genere.”

READ  Auger-Aliassime paga Nadal - TVA Sports

Anche la vittoria contro l’URSS nella finale di Seul occupa un posto speciale nei suoi ricordi. “È stato fantastico battere i sovietici nel 1988, ma vincere nel 2021 è stato ancora più speciale. Nel 1988 avevamo già vinto l’oro olimpico quattro anni prima, anche se nel 1984 il campo era più basso a causa del boicottaggio dei paesi del blocco orientale. “.

Pensa alla doppietta in vista delle Olimpiadi di Parigi? Ha aggiunto: “Inizieremo le qualificazioni durante le qualificazioni olimpiche in Polonia a metà settembre. Più tardi vedremo. “C’è ancora molta pallavolo.”

Grande concorrenza con il Canada

E a Los Angeles Kiraly ha gareggiato nelle semifinali olimpiche con una figura molto importante della pallavolo canadese. Prima di riportare la pallavolo maschile al suo antico splendore guidando il Canada alle qualificazioni olimpiche nel 2016 e nel 2021, Glenn Hoag ha avuto una carriera da giocatore di successo.

“Karch era il più grande giocatore del suo tempo”, ha detto Hogg quando è stato contattato in Turchia, dove gestisce una squadra professionistica. È uno dei più grandi atleti del nostro sport e un ottimo allenatore. “È un buon ambasciatore dello sport e parla a tutti”.

Kiraly ricorda bene la semifinale contro il Canada. “Nella nostra regione c’era la più grande rivalità e avevamo molto rispetto per il Canada. Glenn era un grande giocatore ed è un grande allenatore”.

Con l’obiettivo di presentare il suo sport e condividere le sue conoscenze, l’allenatore, il cui padre è ungherese, terrà una conferenza sabato al PEPS. “Non sono l’unico che fa così quando mi trovo in un altro Paese. Sarebbe molto meglio se potessi aiutare gli allenatori locali e sarei felice se scegliessero una sola cosa che possa aiutarli.

READ  UEFA Champions League (H): cotta a Cannes a Trento

L’epoca d’oro

Incoronato miglior giocatore del mondo nel 1986, e con una laurea in biochimica alla UCLA, che lo ha portato a vincere tre titoli NCAA nel 1979, 1981 e 1982, ricorda bene quegli anni in Italia.

“È stato molto speciale perché il campionato italiano ha riunito i migliori giocatori di tutto il mondo. Sono stati anni fantastici e sono grato di aver fatto parte di quei tempi”.

C’era un giocatore chiamato Paul Gratton che giocava nello stesso periodo in Italia. Franco Ontario è uno dei migliori giocatori della storia canadese.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *