Amanda Knox sarà nuovamente processata per diffamazione in Italia dopo che il tribunale ha annullato la precedente condanna

Amanda Knox sarà nuovamente processata per diffamazione in Italia dopo che il tribunale ha annullato la precedente condanna

Venerdì la più alta corte italiana ha annullato la condanna per calunnia di Amanda Knox, ordinando un nuovo processo a Firenze.

Si prevede che Amanda Knox sarà nuovamente processata per aver falsamente implicato il proprietario di un bar nell’omicidio del 2007 della sua allora compagna di stanza, Meredith Kercher, una studentessa britannica di 21 anni, a Perugia, in Italia.

Il 1 ° novembre 2007, Kercher è stata trovata morta sul pavimento della sua camera da letto con 47 coltellate.

La Knox fu inizialmente accusata di essere coinvolta nel suo omicidio insieme al fidanzato della Kercher, Raffaele Sollecito, ma i due furono infine assolti nel 2015 dopo una complicata indagine durata anni.

Già nel 2011, quando è stata liberata in appello, la Knox è tornata nella casa della sua famiglia negli Stati Uniti, da dove ha poi difeso la sua innocenza.

Ma nel 2011, la Knox è stata condannata per aver diffamato Patrick Lumumba, un cittadino congolese che possedeva un bar vicino e che aveva accusato di aver fatto irruzione in casa sua, di aver aggredito sessualmente la Kercher e di averlo ucciso. È stata condannata a tre anni di carcere, che aveva già scontato mentre era in corso il processo per omicidio contro di lei.

Nel 2019, la Knox ha impugnato questa decisione basandosi sulla sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo che ha condannato l’Italia a pagargli 18.400 euro per non avergli fornito un avvocato e un interprete durante la sua detenzione.

Venerdì, con una nuova sentenza, la Corte di Cassazione di Roma – la massima corte italiana – ha accolto il suo ricorso, annullando la condanna per diffamazione contro Lumumba e ordinando un nuovo processo a Firenze.

READ  L'Italia continuerà a fornire armi all'Ucraina nel 2023 – EURACTIV.com

L’avvocato di Lumumba ha spiegato ai media italiani che la Knox, se giudicata colpevole nel nuovo processo, non riceverà un’altra condanna più lunga.

Un ivoriano, Rudy Guede, è stato infine condannato per l’omicidio di Kercher nel 2008. È stato condannato a 16 anni di prigione ed è stato rilasciato nel novembre 2021.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *