Una partita del campionato italiano è stata interrotta dopo che le urla razziste avevano preso di mira il nazionale francese Mike Maignan

Una partita del campionato italiano è stata interrotta dopo che le urla razziste avevano preso di mira il nazionale francese Mike Maignan

La partita di campionato italiano tra Udinese e Milan, sabato 20 gennaio, è stata sospesa per circa dieci minuti. Sotto shock e rabbia, il portiere del Milan e della Nazionale francese, Mike Maignan, è tornato negli spogliatoi. Ai colleghi che lo seguivano ha spiegato di aver sentito più volte il grido delle scimmie dagli spalti dei tifosi dell'Udinese. Il gruppo.

“Non volevo più giocare, l'ho detto a tutti quando sono uscito dal campo, ma siamo una famiglia e non potevo abbandonare i miei compagni”.Lo ha spiegato poi tramite il microfono della piattaforma DAZN. “Ero arrabbiato e non ero deluso, perché non è la prima volta che mi trovo di fronte a una situazione del genere. I miei compagni, lo staff tecnico e tutti mi dicevano di restare forte nella mia mente e di dare la risposta giusta in campo. Ha completato.

Il resto seguirà dopo questo annuncio

” Quando è troppo è troppo “

Dal 31° minuto di gioco, la sua squadra era in vantaggio per 1-0. Dopo il ritorno in campo, Mike Maignan, che si è allenato al Paris Saint-Germain e ha attraversato il Lille (2015-2021) prima di approdare al Milan, ha ricevuto un gol prima al 41' e poi un secondo gol nella ripresa (60). La partita si è conclusa con la vittoria del club lombardo (3-2).

Il resto seguirà dopo questo annuncio

Nella X, Mike Maignan ha ricevuto il sostegno del suo Milan: “Non c'è assolutamente spazio per il razzismo nel nostro gioco: siamo sconvolti. Siamo con te, Mike.” Il giocatore ha ricevuto anche molti sostenitori, tra cui quello del presidente della FIFA Gianni Infantino e di Kylian Mbappe. La stella del Paris Saint-Germain ha scritto su X: “Sei molto lontano dall'essere solo Mike Minyan. Siamo tutti con te. Ancora gli stessi problemi e nessuna soluzione ancora. Basta! No al razzismo.” Queste urla di scimmia non sono una novità nel calcio italiano. In questa stagione, diversi club sono stati puniti per insulti e cori razzisti da parte dei propri tifosi.

READ  OM e OL in competizione per il trasferimento di Veretout?

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *