Sampaoli, l’unico che può fare breccia in una Ferrari

Se la nomina di Jorge Sampaoli ad allenatore dell’OM è stata ben accolta nel Porto Vecchio, Omar da Fonseca da parte sua ha qualche riserva.

Chiamato ai loro desideri dai partigianiSe, La grande svolta all’interno del team di gestione olimpica del club è finalmente avvenuta venerdì sera. Oltre alla promozione di Pablo Longoria, passato da direttore sportivo a presidente al posto di Jacques Henry Aero, a sua volta disceso nel consiglio di sorveglianza, Frank McCourt ufficializza l’arrivo di Jorge Sampaoli come allenatore.

Fai scelte che non capisci.

Considerato l’allievo di Marcelo Bielsa, l’allenatore zolfo argentino, che ha poca esperienza ai margini dell’Europa – al Siviglia tra il 2016 e il 2017 – non ha mai convinto Omar da Fonseca. “A volte ha mostrato la sua personalità e si è sentito potente. È finito in una posizione di sottomissione. Mascherano e Messi hanno chiesto cosa fare. Ha fatto scelte incomprensibili”., Così affidato a un consulente BeIN Sports nelle colonne della Provenza.

“Nessuno lo considera un tattico”

Per chiarire le sue parole: “In Argentina nessuno lo considera un tattico, tutti si accorgono che è un capitano, un uomo che fa obbedire i suoi giocatori. È stato criticato molto con l’Argentina, e non so nemmeno se un giorno potrà tornare. Ricordo il titolo di un giornale: “L’unico che può spezzare la Ferrari. Faccio fatica a decidere se verrà o meno all’OM.

Leggi anche:

Sampaoli non voleva riconquistare
Sampaoli, una fata all’OM
Longoria sostituisce Eyraud sulla testa dell’OM

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *