Milan assicurato di rimanere leader

Milan assicurato di rimanere leader

Tenuto a lungo sotto scacco a San Siro, domenica il Milan ha vinto 1-0 contro la Fiorentina e manterrà sicuramente la sua posizione di leader al termine della 35a giornata di Serie A.

La squadra di Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud prende momentaneamente cinque punti di vantaggio sull’Inter, che dovrà vincere in casa dell’Udinese (ore 18) per stare sulla scia del Milan e mantenere le speranze di “scudetto”.

Sulla via del terzo pareggio a reti inviolate negli ultimi cinque incontri, i rossoneri sono stati consegnati da Rafael Leao all’82’. Il portoghese ha ereditato una palla mal respinta dal portiere Pietro Terracciano, poi ha riparato Nikola Milenkovic prima di sferrare un tiro potente.

Più incisivo nella ripresa, sotto la spinta in particolare di Théo Hernandez, il Milan aveva prima sbagliato diverse occasioni come un primo gol di Leao in tribuna (48°), il tiro di Franck Kessié fermato dal portiere Florentine (52°) e il recupero di Ante Rebic respinto sulla linea dal difensore Igor Julio (71°).

Il portiere Mike Maignan è stato decisivo per i milanesi respingendo un colpo di testa da distanza ravvicinata di Arthur Cabral (77°). Cinque minuti prima del gol della liberazione di Leao.

Nell’altra partita, giocata alle 15, il Torino ha vinto in casa dell’Empoli 3-1 grazie a una tripletta di Andrea Belotti, comprensiva di doppietta dal dischetto. Il Toro è risalito al 10° posto, mentre il suo avversario di giornata è rimasto 14°.

Ad inizio pomeriggio la Juventus ha consolidato il quarto posto in Serie A, l’ultima partita di qualificazione alla Champions League, battendo la lanterna rossa Venezia (2-1), grazie alla doppietta di Leonardo Bonucci.

READ  Louna Aubert porta una medaglia d'argento a Sisteron dall'Italia

I torinesi hanno dieci punti di vantaggio sulla Lazio (5°), vittoriosa sul filo di La Spezia sabato (4-3), e undici sulla Roma che in serata riceve il Bologna (13°) (20:45).

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *