Manchester United contro il Villarreal, finale senza precedenti

La finale di Europa League si disputerà, il 26 maggio a Danzica (Polonia), contro il Manchester United contro il Villarreal, dopo due semifinali molto diverse per sostanza e forma, giovedì sera a Roma e Londra.

3-2 per la Roma contro i Red Devils, Honor, dopo aver sconfitto gli italiani all’Old Trafford (6-2); 0-0 tra Arsenal e Villarreal, che la scorsa settimana ha vinto 2-1 in Spagna.

Quindi c’era qualcosa per tutti, in entrambe le capitali, e questa finale sarebbe stata un momento senza precedenti per i giocatori dei “sottomarini” gialli. Ma non per il suo allenatore, Unai Emery, uno specialista senior di C3 che lo ha vinto tre volte.

I Red Devils, vincitori C3 nel 2017, con Jose Mourinho in testa, si sono spaventati per un po ‘, all’inizio del secondo tempo, quando la Roma ha segnato due volte in rapida successione, in tre minuti, avanzando per 2-1 e ravvivando la speranza per un “riconteggio” improbabile.

Dzeko (57 °) e Cristante (60) hanno fatto venire un leggero brivido ai Manconniani, poi Edinson Cavani è sembrato, come due volte all’andata, rassicurare tutti e segnare il suo secondo gol nel match.

L’ex attaccante del Paris Saint-Germain non ha spento il segno perché era un giovane polacco che si è preso cura di lui: Nicola Zalowski, 19 anni, solo per salvare l’onore romano: 3-2, ma 8-5 quando si sommano i due turni . .

Anche se questa semifinale rumena è stata un po ‘incompleta, con molte opportunità da entrambe le parti e posti molto utili per aiutare il Manconian David de Gea, è stata molto efficace (10 parate o prestazioni), la partita di Londra è stata chiusa dall’inizio alla fine.

READ  Le auto preferite di Toyota per il ritorno del WEC a Monza

L’ex allenatore dell’Arsenal Unai Emery ha preso la partita inizialmente da solo per evitare che gli attaccanti inglesi si avvicinassero troppo alle gabbie spagnole.

Un gol sarebbe bastato all’Arsenal per qualificarsi, dopo la sconfitta per 2-1 contro il Marj Villarreal. Avevano una possibilità su due di passare le carte, ma erano piuttosto goffi, nel complesso, e non funzionavano, il che non aiutava.

Aubameyang ha trovato la posizione due volte, tra le altre occasioni, poi Lacazette è tornata e gli uomini di Mikel Arteta hanno respinto e spinto, ma era troppo tardi e il sottomarino giallo è rimasto inaffondabile.

Questa sarà la prima finale europea del Villarreal, con due ex parigini in panchina e in campo: Emery da un lato, che ha guidato il Paris Saint-Germain prima di tornare in Spagna; D’altra parte, Cavani è stato il capocannoniere nella storia del Paris Saint-Germain ma è partito prima della fase finale della Champions League la scorsa estate in Portogallo. Una riunione è all’orizzonte.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *