L’Italia vince con fatica e miseria

L’Italia ha evitato la vergogna nazionale strappando la sua qualificazione ai quarti di finale di Euro 2020 da una combattiva selezione austriaca. La vittoria per 2-1 ai supplementari di sabato allo stadio di Wembley a Londra farà piacere ai tifosi, ma non li rassicurerà di certo.

• Leggi anche: Euro: ora è tempo di cose serie

• Leggi anche: Euro: belgi e danesi al prossimo turno

• Leggi anche: Euro: tre su tre per l’Italia

Gli italiani erano i favoriti in modo schiacciante per questa partita, visti i loro risultati nella fase a gironi e la loro striscia di imbattibilità che ora arriva a 31 partite. Tutto è quasi crollato, però.

Gli austriaci aprono le marcature poco dopo il quarto d’ora, su un colpo di testa di Marko Arnautovic. La ripresa del video, però, ha mostrato che il grande attaccante era in posizione di fuorigioco prima di mollare il tiro.

La Squadra Azzurra ha ripreso a respirare, ma non è ancora riuscita a segnare nella restante mezz’ora. Negli straordinari, però, l’Italia ha aperto la macchina.

Inserito alla sinistra della rete di Daniel Bachmann, Federico Chiesa riceve un pallone inviato da Leonardo Spinazzola. Dopo due dribbling, l’esterno della Juventus ha battuto il portiere con un tiro al volo, con grande sollievo dei compagni.

Dopo questo gol al 95′ di gioco, Matteo Pessina ha aggiunto altro prima della fine del primo tempo supplementare.

Gli austriaci diedero tutto e Sasa Kalajdzic fu il primo a trovare una breccia nella fortezza italiana durante questo Euro. A sei minuti dalla fine, però, il tempo era dalla loro parte e dovevano ammettere la sconfitta.

READ  Casadilego vince X Factor 2020 - Tv

È stata solo la seconda volta nella storia del torneo che sono stati segnati tre gol nei tempi supplementari. Francia e Portogallo lo fecero nel 1984.

Una sfida ancora più grande dovrebbe attendere l’Italia nel prossimo turno, visto che gli uomini di Roberto Mancini affronteranno il vincitore del duello Belgio-Portogallo.

Nell’altra partita presentata sabato all’Euro, la Danimarca non ha dato chance al Galles vincendo 4-0 alla Johan Cruijff ArenA.

Segna sicuramente molti gol ad Amsterdam. Giocando le prime tre partite del torneo in casa, l’Olanda ha chiuso in testa con otto vittorie, e ora anche i danesi si stanno avvicinando.

Ancora presi dal tragico incidente che ha coinvolto il loro capitano Christian Eriksen, gli uomini di Kasper Hjulmand hanno colpito duramente per togliere di mezzo i gallesi.

Fondato per la prima volta in questo Europeo a causa dell’infortunio di Yussuf Poulsen, Kasper Dolberg ha segnato una doppietta con reti al 27° e al 48° minuto di gioco.

Mentre l’esito della partita era quasi già deciso, Joakim Maehle ha trovato il fondo della rete all’88’. Visibilmente frustrato, l’ala gallese Harry Wilson ha ricevuto un cartellino rosso per un placcaggio alle gambe del difensore danese. È anche il secondo rosso che i Dragoni ricevono in questo torneo.

In superiorità numerica, i danesi hanno confermato la vittoria unilaterale con un gol di Martin Braithwaite.

Nei quarti di finale aspetteranno a Baku, in Azerbaigian, i vincitori dello scontro tra Olanda e Repubblica Ceca.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *