le città dove si vive meglio nel 2023

le città dove si vive meglio nel 2023

La classifica annuale del Sole 24 Ore, stilata secondo 90 indicatori, vede il trionfo di Udine, che conferma il Milano all’8° posto, mentre la Roma, 35esima, perde quattro posizioni ma si piazza davanti a Torino.

È a Udine che si vive meglio in Italia nel 2023, mentre Foggia è ultima tra le 107 città vagliate dallaindagine annuale di Sole 24 Oregiunto quest’anno alla 34esima edizione, con una classifica ancora più meticolosa.

La città friulana, che conta circa 100mila abitanti, primeggia al primo posto nell’indice della qualità della vita delle donne e detiene il primato per palazzetti dello sport, piscine e centri benessere.
Sul podio c’è anche Bologna (Emilia-Romagna), che lo scorso anno era in testa. La città dell’Emilia-Romagna è seguita da Trento, che risulta al 3° posto (al 5° posto nel 2022).

Nella classifica spicca soprattutto la Lombardia, con Monza e la Brianza che salgono al 9° posto, guadagnando 14 posizioni rispetto allo scorso anno, ottenendo anche la migliore performance nella categoria “Ricchezza e Consumi”.
Milano resta stabile all’8° posto, mantenendo la migliore performance nella categoria “Imprese e lavoro”.

Torna nella top 10 anche la città lombarda di Modena, al 7° posto (solo per la seconda volta), davanti a Firenze (6°).

Al 5° posto spicca Bergamo nella categoria “Ambiente e Servizi”. È solo la seconda volta dal 1990 che la città lombarda entra nella top 10 della classifica del Sole 24 Ore.

90 indicatori che raccontano la storia dell’Italia

L’indagine sulla qualità della vita Sole 24 Ore analizza 90 indicatori, suddivisi in sei temi: Ricchezza e consumi; Affari e lavoro; Ambiente e servizi; Demografia, società e salute; Giustizia e Sicurezza; Cultura e tempo libero.
Tutti gli indicatori sono analizzati sulla base di fonti fornite da istituzioni e organismi ufficiali, come il Ministero dell’Interno e della Giustizia o l’Istat (Istituto nazionale di statistica). Quest’anno la classifica tiene conto anche di nuovi criteri, come lo “shock energetico”, l’inflazione, il tempo medio di vendita di un immobile, gli effetti delle temperature e perfino la differenza salariale tra uomini e donne.

READ  Castelnaudary. Coro e cucina italiana

Nella battaglia tra metropoli, Milano supera Roma in 62 parametri su 90. Classificata 35esima su 107, la Capitale retrocede infatti di quattro posizioni rispetto al 2022, e addirittura di 18 posizioni rispetto all’edizione 2021.
Roma è ultima nella classifica nella categoria “Giustizia e sicurezza”, è 57esima in “Ricchezza e consumi” ma è 6a in “Imprese e lavoro”.

Anche questa edizione vede una concentrazione delle città del Sud nella seconda metà della classifica, con la sola eccezione di Cagliari che si colloca al 23° posto.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *