La guardia costiera in Italia salva il cucciolo di delfino intrappolato

ANIMALI – Poteva finire male. Un cucciolo di delfino bloccato in una rete che gli impedisce di nuotare è stato salvato martedì 24 agosto in Sardegna a Cagliari. Un’operazione di salvataggio riuscita grazie all’esperienza della Guardia Costiera italiana.

Come potete vedere nel nostro video in cima all’articolo, è stato un diportista a dare l’allarme nel primo pomeriggio, quando ha visto un delfino che si dibatteva in acqua nei pressi del porto di Cagliari. Comprendendo il disagio dell’animale, ha immediatamente chiamato i soccorsi.

La Capitaneria di porto ha immediatamente provveduto all’invio di due imbarcazioni con a bordo personale del Soccorso marittimo e del Nucleo subacqueo della Guardia costiera di Cagliari.

Lasciato con un altro delfino, probabilmente sua madre

Gli specialisti si sono subito resi conto che il delfino era un giovane esemplare del tursiope (Tursiops truncatus).

Il cetaceo non poteva più nuotare perché era completamente intrappolato in una rete di nylon. La guardia costiera ha contattato il Centro Studi sui Cetacei di Nora per un consiglio su cosa fare dopo. Rapidamente, hanno rassicurato il delfino e poi lo hanno liberato da questa trappola.

La storia non finisce qui, in quanto il cucciolo di delfino ha subito ripreso a nuotare per raggiungere un adulto, probabilmente sua madre, che aveva seguito da lontano le operazioni di soccorso. I due delfini si sono poi trasferiti in mare aperto.

Vedi anche su The Huffpost: migliaia di meduse invadono le spiagge della Crimea e spaventano i turisti

READ  Quasi 130 incendi dolosi registrati quest'estate in Italia

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *