judo | Due canadesi sono frenati dai medagliati a Zagabria

judo |  Due canadesi sono frenati dai medagliati a Zagabria

Due dei quattro canadesi che hanno gareggiato al Gran Premio di judo di Zagabria hanno avuto i loro voli interrotti dopo aver perso contro la medaglia d’argento questo fine settimana in Croazia.


Sabato, nel sorteggio sotto i 73 kg, il Quebec Yannis Hashemi ha firmato una vittoria di Waza Ari sull’italiano Eduardo Milla dopo aver approfittato di un addio al primo turno. Al secondo turno, ha perso contro l’EPON contro l’algerino Massoud Redouane Driss, che chiuderà la giornata sul secondo podio dopo aver battuto in finale lo spagnolo Jorge Cano Garcia.

Il judoka dell’Ontario Mohab Al-Nahhas, divenuto portavoce ufficiale della squadra canadese, ha commentato la prestazione del suo collega 21enne che avrebbe potuto essere vittorioso in questo confronto.

“Yannis stava vincendo e poi è caduto negli ultimi 10 secondi. L’algerino che stava per batterlo era il più forte della categoria visto che ha battuto gli olimpionici nel sorteggio”.

Domenica, nella categoria sotto i 90 kg, è stata la volta del rame che ha fermato la carriera della medaglia d’argento.

Al-Nahhas ha vinto l’incontro contro l’ucraino Artem Popir con una sconfitta solo per essere sconfitto dal turco Mikhail Zaganc, che ha vinto dopo che Ontaryan ha concesso tre rigori.

” [Zgank], Lui è il mio amico. Ci siamo affrontati molto nei pre-camp e so come combatte. Mi sentivo più forte di lui e fisicamente non avevo problemi ad afferrarlo. D’altra parte, aveva la sua tecnica a terra mentre si sdraiava sulla schiena e ogni volta non avevo tempo per attaccare. Sono un po’ deluso, perché mi sono ritrovato ad essere il più forte. »

READ  Controversa uscita del ministro dello Sport per Iancto, giocatore gay

Il turco ha ripetuto lo stesso trucco in ogni round e sono stati i suoi avversari a essere penalizzati per non essere stati in grado di competere.

“Non si è presentato al torneo, ma ha funzionato per lui e questa volta è stato fortunato”, ha aggiunto il 27enne canadese, che lascerà la Croazia con sentimenti agrodolci. “Sono stato in grado di testare il mio livello contro di lui [Zgank] chi é dentro primi 10 Nel mondo e la prossima volta devo attaccare per primo e credo davvero di poterlo sconfiggere. »

Zgank ha continuato il suo viaggio fino alla finale dove ha concluso la sua giornata con una medaglia d’argento dopo aver perso contro l’ungherese Krisztian Toth.

Sempre nella categoria sotto i 90 kg, Ontarian Keegan Young è stato sconfitto al primo turno dall’olandese Teju Rins.

“Ha combattuto bene e ha fatto waza-ari nel primo scambio di combattimento. Il suo avversario era una testa più alto di me e poi ha segnato due waza-ari contro Keagan. Poi ha [Renes] Era molto difensivo e ne ha approfittato”, ha detto Nahas.

Infine, nella classe di peso inferiore a 81 kg, David Popovici del Quebec ha dato il via al suo debutto in combattimento contro il serbo Andrei Pierolo del Russo.

Nahas andrà in Portogallo per un torneo del Tour europeo, mentre i suoi tre compagni di squadra torneranno a casa.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *