Italia – Italia: “La battaglia della vergogna” tra Ibrahimovic e Lukaku Press

Italia

All’indomani del quarto di finale di Coppa Italia tra Inter e Milan, segnato da uno scontro tra Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku, la stampa italiana evoca un pervasivo senso di “vergogna”.

Da martedì sera, in Italia si è trattato di tutto: L. “Combattimento” Chi si è opposto Zlatan Ibrahimovic per me Romelu Lukaku In Coppa Italia nei quarti di finale tra Inter e Milan. Mentre la fine del primo periodo si profila con il punteggio a favore del Milan (1-0), a causa del gol realizzato dallo svedese al 31 ‘, i due attaccanti sono stati squalificati. Ibra e Lukaku si scambiarono parole a caldo e si sono trovati faccia a faccia. Il signor Valerie ha dato loro un cartellino giallo a testa e poi ha continuato a ripetere le parole mentre entravano negli spogliatoi.

Se assegna un posto a Eriksen, salva l’attaccante Nerazzurri Al settimo minuto di recupero (2-1) i giornali italiani emozionano molto “Litigare” Tra Ibrahimovic e Lukaku. Dire Gazzetta dello Sport Prevenirlo con «Bagarre Ibra-Lukaku», Il Corriere dello Sport parlare di “Vergogna”. Gli sport della Roma sono quotidianamente indignati per gli insulti reciproci tra due colleghi dell’attacco, in cattivi rapporti dalla loro difficile vicenda al Manchester United quattro anni fa. Citato l’attaccante del Milan, espulso nel secondo tempo per doppia ammonizione a 59 anni “Assurdità Voodoo” madre belga quando il leader Everton ha detto nel 2018 che aveva lasciato Lukaku Dolce Sotto l’influenza del vudù consultato da sua madre. Interist ha risposto con la presenza di parole poco amichevoli legate alla famiglia, poi oggetto di dissenso tra i due uomini.

Leggere: Il cuore del Milan conta

READ  La canadese Kelsey Mitchell vince il bronzo in pista

“La peggiore vergogna, il calcio alla Scala come un salone, così brutto nel film è triste”.

“Il campo è un anello”, L’indirizzo nelle pagine al suo interno giornali ufficiali Questa mattina mercoledì. “Rituali e gol vudù, derby e vergogna. Peggio vergogna, il calcio alla Scala come un salone, un film molto brutto è triste e fa il giro del mondo a spese del calcio italiano. Ibrahimovi ول e Lukaku hanno segnato, sì. Ma proprio su questo notte fredda, nessuno “. sarà ricordato con il piede destro con un tiro di Zlatan o calcio di rigore di Lukaku. la battaglia alla fine del primo periodo tra i due paesi, con le parole che portano i genitori, origini africane e le idee religiose in gioco , è destinato a essere dimenticato. “Deplora, giornale con pagine rosa. Nota che Ibrahimovic si è scusato con i suoi colleghi per averlo espulso e che ha negato l’esistenza di dichiarazioni razziste. E il rivista Ricordiamo che l’attaccante rossonero, che sabato aveva già avuto un alterco con Zapata durante la partita persa contro l’Atalanta Bergamo (0-3) nel campionato italiano, ha madre cattolica croata e padre musulmano bosniaco.

“Dopo due sconfitte, per quanto diverse, il Milan deve ritrovare ritmo e serenità. Zlatan dovrà farlo anche lui”.L’articolo si conclude con una penna Gazzetta dello Sport Sul gancio. per me Corrierre dello SportE il “Il mio lungo derby è stato perso contro il calcio che ha visto cavalieri vergognosi tra Ibrahimovi و e Lukaku, e per favore non cercare di ammorbidire la posizione di nessuno dei due: si sbagliavano entrambi”.. “Il calcio è così, e il mio percorso è così, senza certezze, con difetti e bruttezza, colpi di testa, colpi di testa, colpi di genio”., Il filosofo matematico quotidiano. Anche senza pubblico, il derby di Milano resta caldo. Il ricongiungimento tra le due società lombarde avverrà in tempi rapidi poiché l’incontro dalla fase di ritorno del torneo avviene tra meno di un mese, il 21 febbraio. Ibrahimovic e poi Lukaku hanno scambi più amichevoli? Ha …

READ  Euro: l'Inghilterra ha un appuntamento con l'Italia in finale.. e con la storia | Sport | il Sole

Emmanuel Langelier

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *